Pavel Aleksandrovic Florenskij
  3 risultati

Pavel Aleksandrovic Florenskij, nato ad Evlach in Azerbaigian il 9 gennaio 1882 e fucilato dal regime stalinista l’8 dicembre del 1937 a Leningrado, è stato definito il Leonardo e il Pascal russo. Sacerdote ortodosso, matematico, ingegnere, chimico, filosofo, teologo, teorico dell’arte, del linguaggio, del simbolico e dell’immaginale, nella sua vita si incontrano senza contraddizioni l’uomo di scienza e l’uomo di fede. Il lascito degli scritti di Florenskij è molto vasto e non ancora interamente pubblicato. Tra le più recenti traduzioni apparse in Italia: Il simbolo e la forma (Torino 2007), La mistica e l’anima russa (Cinisello Balsamo 2006), Il concetto di Chiesa nella Sacra Scrittura (Cinisello Balsamo 2008).