Lorena Preta
  1 risultati

Lorena Preta è Membro Ordinario della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e della International Psychoanalytical Association (IPA) e responsabile del Gruppo Internazionale di Ricerca Geographies of Psychoanalysis. Ha scritto e diretto per molti anni varie serie di programmi scientifici per la RAI. È stata direttore della rivista “Psiche” (Rivista di Cultura della Società psicoanalitica italiana) dal 2001 al 2009. Ha ideato e curato per molti anni Spoletoscienza (incontri di scienza e cultura all’interno del Festival dei due Mondi di Spoleto). Ha curato molte pubblicazioni, alcune tradotte anche all’estero, tra le quali: La narrazione delle origini (1991); Che cos’è la conoscenza (con M. Ceruti, 1991); Immagini e metafore della scienza (1993); La passione del conoscere (1993); Il caso e la libertà (con M. Ceruti, P. Fabbri, G. Giorello, 1994); In principio era la cura (con P. Donghi, 1995); Nuove geometrie della mente (1999). Ha curato Geographies of Psychoanalysis. Encounters Between Cultures in Theran (2015). Ha ideato e curato (insieme a Pino Donghi) la collana “Lezioni italiane”. Dirige la collana “Geografie della Psicoanalisi” per Mimesis e la collana “Geographies of psychoanalysis” per Mimesis International. Tra le pubblicazioni più recenti: La brutalità delle cose. Trasformazioni psichiche della realtà (2015), Cartografie dell’Inconscio.Un nuovo Atlante per la psiconalisi (2016) e Dislocated Subject (2018). È autrice di numerosi saggi pubblicati in libri e riviste.