Guglielmo Scaramellini
  1 risultati

Guglielmo Scaramellini (Chiavenna, 1947) ha studiato, praticato, insegnato Geografia per più di quarant’anni nelle università di Torino, Modena e, soprattutto, Milano. La scoperta che la Geografia non è soltanto la difficile, complessa, suggestiva descrizione dell’infinita varietà della superficie terrestre, ma anche la capacità di interpretare e comprendere le ancor più variegate forme assunte dalla vita umana nel suo sviluppo ha mostrato come siano del tutto strumentali i confini fra diverse discipline scientifiche. Il guardare la varietà e l’intelligenza delle soluzioni trovate ai problemi dell’esistenza umana nei diversi ambienti e circostanze storiche ha mostrato come l’Umanità sia la stessa sempre e ovunque. Essendosi formato come geografo quando l’unità di Geografia fisica e antropica era un dogma, si è occupato di ghiacciai e di morfologia glaciale, ma è poi passato al campo della Geografia umana, con studi su città e metropoli, su cultura, sistemi economici e insediativi, delle società di montagna, in specie alpine, sulle pratiche e sul valore delle testimonianze di viaggio per la conoscenza della Terra, ma anche delle società d’origine dei viaggiatori, che nell’“altro” si specchiano. E di molti altri temi di cui non occorre qui dar conto.