Sandro Scarrocchia
  1 risultati

Sandro Scarrocchia (Casperia, 1952) ha studiato architettura all’Università di Firenze, storia dell’arte all’Università di Bologna, Vienna e Bonn. Docente di Metodologia della progettazione e Teoria e storia del restauro all’Accademia di Brera, attualmente insegna Storia dell’arte al Politecnico di Milano. Tra le sue pubblicazioni: (con A. Sbaffi), Recanati tra mito e museo (1998); Albert Speer e Marcello Piacentini (1999, 2013); Leopardi e la Recanti analoga (2000); Oltre la storia dell’arte. Alois Riegl vita e opera di un protagonista della cultura viennese (2006); Max Dvorˇák. Conservazione e Moderno in Austria (1905-1921) (2009); la curatela di Alois Riegl, Teoria e prassi della conservazione, (1995, 2003); (con D. Primerano) Il duomo di Trento tra tutela e restauro 1858-2008 (2008); Alois Riegl, Il culto moderno dei monumenti (1981, 1985, 1990, 2011); Max Dvorˇák, Schriften zur Denkmalpflege (2012); Per Brera sito UNESCO (2013); (con G. Arcidiacono) Il Memoriale italiano ad Auschwitz (2014). Per Mimesis sono usciti (con L. Monica), Per l’ampliamento dell’Accademia di Brera. Ricerche progettuali (2015), Camillo Boito moderno (2018) e (con S. Nannicola e M. Pellizzola) Sesto Stato. La rappresentabilità del lavoro oggi (2020).