Kaliki - I viandanti ciechi

Diretta da:  Antonello Colimberti (Accademia di Belle Arti dell’Aquila, Antropologo del Suono)


MISSION 

La collana “Kaliki-I viandanti ciechi” prende il suo nome dai bardi erranti del Medioevo russo; l’intento è di offrire ad un pubblico ampio e non specialistico una selezione di testi che non hanno trovato collocazione nell’universo accademico perché portatori di una ricerca sommersa, fuori dalle forme definite e canonizzate delle discipline universitarie. Testi di confine, tra saperi diversi e antichi, vicini più alle modalità dello stile orale che a quelle della scrittura. 

Una collana che si dà come obiettivo di indagare la categoria del nomadismo nelle sue declinazioni più ampie: non solo condizione antropologica di chi non risiede in un dato luogo, ma condizione di chi supera le forme destrutturandole, di chi si esprime vagando e nutre un immaginario dell’erranza che genera una sensibilità alternativa e ci racconta un'altra versione della storia. 

 

COMITATO SCIENTIFICO 

Antonello Colimberti (Accademia di Belle Arti dell’Aquila, antropologo del suono), direttore; Lucia Amara (Libera Università di Bolzano), Katia Anguelova (Curatrice di Mostre di Arte Contemporanea), Ornella Calvarese (Accademia di Belle Arti dell’Aquila, russista), Michele Giulini (Presidente Fondazione Shapdiz, contadino), Barbara Hans-Bianchi (Università degli Studi dell'Aquila, germanista), Leopoldo Siano (Università di Colonia, filosofo della musica e "azionista sonoro"), Giuseppe Sofo (Università Ca' Foscari di Venezia, francesista), Maria Soresina (Saggista e scrittrice).

Siamo spiacenti, nessun risultato per questa selezione.