Antonella Cutro

Il valore dei concetti

Filosofia e critica

Informazioni
Collana: Epistemologia
2010, 206 pp.
ISBN: 9788857502823
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 17,00  € 16,15
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Negli ultimi scritti, Foucault ripete che il lavoro storico-filosofico va orientato verso una critica della ragione politica. Cosa significa orientarsi, teoricamente, verso questo compito? Il volume inquadra la problematica della critica della ragione attraverso la riscoperta dei fondamenti teorici della storia delle scienze di Bachelard, Canguilhem e Cavaillès, la cui «filosofia del concetto, della razionalità e del sapere» ne rappresenta una delle più profonde elaborazioni. Contro lo storicismo hegeliano e attraverso la ripresa della filosofia di Kant e Nietzsche, gli epistemologi propongono una storia nella forma della non-identità, la cui vocazione è di essere al servizio della reale portata comprensiva dei concetti. Il volume ricostruisce, da un lato, l’intricato rapporto tra la riflessione degli epistemologi e la rinascita dell’hegelismo francese in Koyré, Kojève, Hyppolite, Wahl; e dall’altro cerca di tracciare una possibile genealogia di questa singolare tecnica di lavoro sui concetti, soffermandosi su alcuni aspetti del pensiero di Althusser, Lacan e Foucault. Solo una storia dei concetti nella forma della non-identità permette di accedere alla storicità della vita e della conoscenza della vita; solo sostituendo il reale dei concetti alla loro idealità, è possibile tracciare una storia del governo dei viventi, senza gettare sul rapporto tra vita e politica uno sguardo da fine del mondo. Solo preservando i diritti della critica contro quelli della logica della storia, il pensiero si libera da quell’erudizione che stordisce, per tornare al servizio della vita.

 

Antonella Cutro svolge attività di ricerca presso l’Università di Salerno. Tra le sue pubblicazioni, oltre a saggi su Deleuze, Foucault, Canguilhem, Bachelard, Simondon, Ruyer, il volume Michel Foucault. Tecnica e vita. Biopolitica e filosofia del bios (Napoli, 2004), curatrice dell’antologia Biopolitica. Storia e attualità di un concetto (Verona, 2005) e dei testi di Foucault, Il sapere e la storia. Sull’archeologia delle scienze ed altri scritti (Verona, 2007).