Lorenzo Gianfelici

La trascendenza dello sguardo

Simone Weil e María Zambrano tra filosofia e mistica

Informazioni
Collana: Essere e libertà
2011, 238 pp.
ISBN: 9788857505107
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 19,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Anche in mezzo al deserto ci sentiamo guardati, anche nella solitudine più assoluta possiamo sentire la compagnia di uno sguardo. Il presente studio interroga il discorso filosofico posizionandosi sul suo limite, ascoltando tutto ciò che, dall’esterno, ferisce la sua chiusura. Nel corso di queste pagine la filosofia sarà interpellata da diverse figure marginali: le rovine, l’esiliato, la vittima, il sogno e l’incubo di un umano in cerca di se stesso Che cosa dicono alla filosofia i loro sguardi, come parlano le loro ombre alla luce della coscienza storica e filosofica? Il tentativo di rispondere implica, da una parte, un’analisi approfondita della mistica, intesa, sulla scorta di Weil e Zambrano, non come fuga dal mondo, ma come trascendenza che si insinua nel suo presente, come fermento di futuro, sempre di nuovo tradito. Dall’altra impone un rinnovamento dello stesso metodo filosofico, il quale, sollecitato dall’esperienza mistica, è chiamato a dispiegare infine una logica capace di ospitare l’Incipit che l’origina, che l’attende nel futuro, e che intanto soggiorna, dimenticato, nelle viscere della storia e delle sue vittime.

 

Lorenzo Gianfelici è dottore di ricerca presso il dipartimento di Filosofia dell’Università di Macerata e la facoltà di Filosofia dell’Institut Catholique de Paris. Attualmente insegna filosofia e storia presso il liceo scientifico Sacro Cuore di Cesena. Oltre a numerosi saggi e articoli, ha pubblicato il volume Filosofia e mistica in Martin Heidegger, ESI, Napoli, 2006.