Fulvio Carmagnola

Il fantasma della libertà

Inconscio e politica al tempo di Berlusconi

Informazioni
Collana: Eterotopie
2011, 101 pp.
ISBN: 9788857505886
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 8,00  € 7,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

La presenza di Berlusconi al centro del panorama politico attuale non può essere compresa con le categorie della razionalità del Moderno: siamo di fronte a una mutazione delle figure della rappresentanza, e crediamo quindi necessaria una differente prospettiva che pone al centro della riflessione e dell’analisi critica le nozioni psicoanalitiche di pulsione, godimento, desiderio e la loro attuale declinazione. Da questo punto di vista, Berlusconi rappresenterebbe davvero un nuova specie del Politico, l’incarnazione di un soggetto epocale che va indagato con le categorie della psicoanalisi e della filosofia contemporanee e non soltanto affidandosi alla teoria politica tradizionale.

Fulvio Carmagnola insegna estetica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove coordina anche Orbis Tertius, gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo. Tra le sue ultime pubblicazioni Il consumo delle immagini. Estetica e beni simbolici nella fiction economy (Milano 2006), Il desiderio non è una cosa semplice. Figure di àgalma (Mimesis, Milano 2007), Design, la fabbrica del desiderio, Presentazione di Gillo Dorfles (Milano 2009), Abbagliati e confusi. Una discussione sull’etica delle immagini (Milano 2010).

Matteo Bonazzi, dottore di ricerca in filosofia, è assegnista presso l’Università degli Studi diMilano-Bicocca. è membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertiuse della Redazione di “Attualità lacaniana”. Oltre a vari saggi, è autore de Il Libro e la scrittura. Tra Hegel e Derrida (Mimesis, Milano 2004) e di Scrivere la contingenza. Esperienza, linguaggio, scrittura in Jacques Lacan (Pisa 2009). Ha curato l’edizione italiana di J. Alemán e S. Larriera, L’inconscio e la voce. Esistenza e tempo tra Lacan e Heidegger (Milano 2009).