Massimo Canepa

Friedrich Nietzsche

L’arte della trasfigurazione

Informazioni
Collana: Filosofie
2012, 388 pp.
ISBN: 9788857508568
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 28,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Il testo affronta una questione pressoché ignorata dalla critica: la ricorrente presenza della Trasfigurazione di Raffaello negli scritti di Nietzsche. Un’opera che da oggetto di confronto diventa modello del processo di pensiero: dalla tragedia greca come trasfigurazione apollinea del dionisiaco alla tragedia di Zarathustra come trasfigurazione dionisiaca del tragico alla volontà di potenza come trasfigurazione filosofica del dionisiaco. “Un filosofo che ha fatto il suo cammino passando per molti stati di salute, e continua sempre a camminare, è anche passato attraverso altrettante filosofie, egli appunto non può far nient’altro che trasferire ogni volta il suo stato nelle forme e nella lontananza più spirituali – proprio quest’arte della trasfigurazione è filosofia”. Un’arte essenzialmente teatrale, in cui la trasfigurazione è elemento ermeneutico imprescindibile per comprendere lo sviluppo drammaturgico e stilistico del pensiero e delle figure di Nietzsche.

“Occorrerà tutta un’arte della trasfigurazione, una trasfigurazione dell’esistenza e del pensiero, ma la scena del mondo, a centocinquanta anni da Nietzsche, è ormai matura per mettere in atto l’inaudito di una nuova tragedia della storia, con le sue sceno-grafie, le sue cesure, i suoi lutti e la sua catarsi”. F. Ferrari

Massimo Canepa è dottore di ricerca in Filosofia e si occupa di questioni riguardanti la messa in scena del senso e le sue figure. Artigiano teatrale, si interessa di drammaturgia e questioni registiche ed è tra i fondatori della compagnia Blusclint. Attualmente collabora con la cattedra di Estetica dell’Università di Pavia e svolge attività di ricerca presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino grazie a una borsa di ricerca nell’ambito del Progetto Master dei Talenti della Società Civile della Fondazione CRT e della Fondazione Giovanni Goria.