Massimo Frana

Il segreto dei fratelli del libero spirito

Pagine di esoterismo medievale

Informazioni
Collana: Filosofie
2012, 130 pp.
ISBN: 9788857511368
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

I Fratelli del Libero Spirito rappresentarono, lungo il Basso Medioevo, un movimento esoterico di difficile individuazione. Solo la condanna da parte del Concilio di Vienne (1311-1312) in qualche modo li individua, dando loro il nome stesso con cui sono ricordati ed elencandone alcune proposizioni, bollate come eretiche e in grado di condurre all’apostasia. La contestuale soppressione dei Templari, da parte di quel Concilio, farà passare in secondo piano la condanna del Libero Spirito. Vienne segnò la fine di un mondo e di un progetto culturale. Grandi figure, che orbitarono intorno a questo movimento, furono in particolare quelle di Margherita Porete e Meister Eckhart, ma anche del beato Enrico Suso e Giovanni Taulero. Dallo studio dei documenti emerge l’ascendenza soprattutto gnostica, oltre che neoplatonica ed ermetica, presente nel progetto culturale di questa “scuola segreta”, che raccoglieva così l’eredità morale e spirituale del catarismo e del millenarismo giochimita. Gli echi del Libero Spirito si potranno udire ancora nel quietismo del Settecento e, attraverso esso, giungeranno inconfondibili alla contemporaneità.

Massimo Frana è laureato in Filosofia e in Studi storici, storico-religiosi e antropologici. È dottore di ricerca in Teoria e storia della storiografia filosofica. È autore di Meister Eckhart e il Libero Spirito. La mistica della liberazione, Lanciano 2009, e di Filosofia di genere. Un libro per la cura dell’omofobia, Roma 2009 (premio pari opportunità Frascati 2011). Ha pubblicato numerosi saggi e recensioni, occupandosi di pensatori, quali Martin Heidegger, Gerhard Ebeling, Friedrich Wilhelm Foerster, Meister Eckhart.