Maddalena Mazzocut-Mis

Gli enigmi della forma

Un'indagine morfologica tra biologia ed estetica

Informazioni
Collana: Morphé
2012, 178 pp.
ISBN: 9788857512525
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00  € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Come in trasparenza, dietro le infinite forme metamorfiche della natura, D’Arcy Thompson ci fa scorgere mirabili geometrie. L’immaginazione viene colpita e affascinata da quell’ordine e perfezione, che sembrano invisibilmente disegnare le linee che la salsedine lascia sulla battigia, lo stagliarsi del profilo di una collina all’orizzonte, la forma a spirale delle conchiglie, le spire di un serpente... E allora, pur sapendo che gli enigmi della forma sono lontani dall’essere risolti e che forse le geometrie di D’Arcy Thompson ne nascondono altri ancora più oscuri, ci si lascia volentieri stordire dalle costruzioni del suo pensiero, che si rincorrono in On Growth and Form per più di mille pagine. Una lettura che viene qui condotta trasversalmente, evidenziando più i dubbi che le risposte, più i problemi che le soluzioni, in una contestualizzazione di tipo teoretico-epistemologico e non storico, se è vero che l’intemporalità è la categoria dominante del pensiero di D’Arcy Thompson. Emergono da tale analisi i principali temi, che fanno della morfologia una scienza ancora immatura, che cerca una propria identità tra estetica ed epistemologia. Un’identità che sembra più volte smarrirsi nella fluttuante varietà delle forme stesse, nella loro contingenza, anche se proprio il tentativo di legalizzare la forma unisce in un comune sforzo Leibniz a Goethe, Bonnet a Buffon, Etienne Geoffroy Saint-Hilaire a Owen, D’Arcy Thompson a René Thom.

Maddalena Mazzocut-Mis è docente di Estetica e di Estetica dello spettacolo presso l’Università degli Studi di Milano. Tra le sue monografie più recenti, si ricordano: Estetica. Temi e problemi (Firenze 2006); Il senso del limite. Il dolore, l’eccesso, l’osceno (Firenze 2009, traduzione francese, Paris 2012, traduzione inglese, Newcastle upon Tyne 2012); Corpo e voce della passione. L’estetica attoriale di Jean-Baptiste Du Bos (Milano 2011); Mostro. L’anomalia e il deforme nella natura e nell’arte (Milano 1992 e nuova edizione Milano 2012). Con Mimesis ha pubblicato, tra l’altro, Deformazioni fantastiche. Introduzione all’estetica di Jurgis Baltrušaitis (1999) e Il gonzo sublime. Dal patetico al kitsch (2005, traduzione francese, Paris 2010).

CIRM Centro Interuniversitario di Ricerca sulla Morfologia “Francesco Moiso”