Franco Lolli

L'epoca dell'inconshow

Dimensione clinica e scenario sociale del fenomeno borderline

Informazioni
Collana: Altro discorso
2012, 150 pp.
ISBN: 9788857513201
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00  € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il libro esplora il concetto di borderline cercando di metterne in evidenza il suo doppio versante, psicopatologico, da un lato, sociale, dall’altro. Il ricorso alla diagnosi di personalità borderline, come ben sanno coloro che si occupano del trattamento del disagio psichico contemporaneo, costituisce uno degli esiti più frequenti nella presa in carico e nella cura psicoterapica; a fronte di una simile diffusione del fenomeno sintomatico non può non essere preso in considerazione il contesto storico-culturale nel quale il fenomeno stesso si è prodotto. Sintomo e società presentano, in tal senso, la stessa struttura: l’uno è il derivato psicopatologico dell’altra, la forma di sofferenza che amplifica le contraddizioni e le caratteristiche del nuovo modo di stare al mondo e di fare (o, forse, di non fare) legame con l’altro. L’ipotesi che anima il lavoro dell’autore è che tanto il sintomo borderline quanto la società borderline possano essere meglio compresi riconoscendo in essi il modello di funzionamento psichico che caratterizza la logica perversa. Il fantasma sociale contemporaneo è, infatti, un fantasma di tipo perverso che si proietta sulla maschera che il soggetto borderline inconsapevolmente indossa: è una costruzione libidica che incita i cittadini-consumatori a soddisfarsi in attitudini di tipo borderline, attraverso quei classici comportamenti ordalici che si ritrovano enfatizzati nella clinica dei disturbi di personalità. Una profonda omologia lega quindi lo psichismo del soggetto borderline all’immaginario sociale, giacché l’uno e l’altro risultano orientati alla realizzazione di uno specifico rapporto con il godimento che – come l’autore dimostra – è quello che qualifica la perversione.

Franco Lolli Psicoanalista, membro di ALIPsi (Associazione Lacaniana Italiana di Psicoanalisi), Direttore scientifico dell’Istituto IRPA di Grottammare (Istituto abilitato dal MIUR alla formazione in psicoterapia), Socio fondatore di JONAS ONLUS (Associazione di Psicoanalisi Applicata), Direttore scientifico dello CSeRIM (Centro Studi e Ricerche sull’Insufficienza Mentale), pratica come analista a Pescara e Ancona, insegna presso diverse scuole di formazione in Psicoterapia ed è supervisore in numerose strutture pubbliche e private. Tra le sue pubblicazioni più recenti: L’ombra della vita. Psicoanalisi della depressione; La depressione; Percorsi minori dell’intelligenza; Le perversioni nella clinica psicoanalitica; Riabilitare l’inconscio. Psicoanalisi applicata alla disabilità intellettiva; “E’ più forte di me”. Il concetto di ripetizione in psicoanalisi.