Giorgio Lando

Forme, relazioni, oggetti

Saggio sulla metafisica del "Tractatus Logico-Philosophicus"

Informazioni
Prefazione di: Pasquale Frascolla

Collana: Filosofie Analitiche / Metafisica
2013, 244 pp.
ISBN: 9788857513478
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Il Tractatus logico-philosophicus di Wittgenstein attribuisce una forma ad entità a prima vista disparate: gli oggetti semplici; la realtà nel suo complesso; le proposizioni. In questo libro, Giorgio Lando pone la teoria della forma al centro delle tesi metafisiche e semantiche del giovane Wittgenstein. A partire da questa intuizione, molti temi spesso discussi isolatamente dagli interpreti possono essere interpretati in modo unitario e coerente: la “soluzione” del problema di Bradley sulle relazioni; il cosidetto “pensiero fondamentale”, secondo cui la logica dei fatti non può avere rappresentanti; le ragioni della composizionalità semantica; i vincoli sulla natura degli oggetti semplici. Questa ricostruzione mostra che la crescente tendenza a considerare Wittgenstein come una figura irriducibilmente peculiare o come un ironista dedito solo a denunciare le insensatezze della metafisica è fuori strada: il Tractatus può essere utilmente analizzato e criticato con gli strumenti teorici della metafisica analitica contemporanea. Il volume contiene una prefazione di Pasquale Frascolla.

Giorgio Lando si occupa di metafisica e di storia della filosofia analitica. Ha studiato e lavorato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, l’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” e l’Univesità di Ginevra. È autore di Ontologia. Un’introduzione (Roma, 2010).