Stefano Allievi

Chi ha ucciso il PD

(e cosa si può fare per salvare quel che ne resta)

Informazioni
Collana: SX
2013, 208 pp.
ISBN: 9788857518664
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00  € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Una lucida analisi della crisi del Partito Democratico, promessa non mantenuta del panorama politico italiano. Un testo appassionato e arrabbiato, critico ma propositivo. Un diario in pubblico, anche. Le parole di un osservatore partecipante, che le vicende democratiche le ha vissute da dentro e dal basso. Che analizza con progressivo scoramento il fallimento di un ceto dirigente, il suo progressivo allontanarsi dall’idea fondativa del PD, lo sfaldamento dall’alto di un progetto: accompagnando la frustrazione a una non spenta motivazione verso un cambio di direzione, di visione, di metodo. Per far tornare il PD quello che aveva dichiarato di voler essere, e non è stato.

Stefano Allievi è professore di sociologia all’Università di Padova. Specializzato in analisi del cambiamento culturale e del paesaggio religioso, tra i massimi esperti nello studio dell’islam europeo, temi cui ha dedicato oltre un centinaio di pubblicazioni in varie lingue, è appassionato di processi di partecipazione e di innovazione politica, e interviene nel dibattito d’attualità, attraverso articoli e blog. Ha scritto, tra gli altri: Le parole della Lega (1992), Il ritorno dell’Islam (1993), La tentazione della guerra (2001), Islam italiano (2002), Niente di personale, signora Fallaci (2006), La guerra delle moschee (2010) e le raccolte di poesie Il giorno dopo e Pubblico e privato (2012). La sua attività è documentata in www.stefanoallievi.it

IN LIBRERIA DAL 16 OTTOBRE 2013