Giuseppe Cognetti

L'età oscura

Attualità di René Guénon

Informazioni
Collana: Triquetra
2014,
ISBN: 9788857522319
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Violenza, guerre, ingiustizie, fame e povertà per un miliardo e mezzo di esseri umani, devastanti malattie psichiche, disoccupazione, precarietà generalizzata, crisi economica planetaria sono sintomi e segni del tempo in cui viviamo e che nel corso del Novecento si sono esasperati e intensifi cati: di essi R. Guénon (1886-1951) tenta di mettere a fuoco le premesse nell’oblio progressivo della Tradizione e nell’avvento fi nale della Modernità. Guénon, grande pioniere di quel nuovo modo di fare fi losofi a che da un paio di decenni si propone come “fi losofi a interculturale” e rappresenta lo sforzo di superare una volta per tutte l’ideologia coloniale, cioè la convinzione che la cultura occidentale non solo sia superiore alle altre innumerevoli culture che hanno abitato e abitano il pianeta, ma anche sia depositaria della vera filosofia, della vera religione, della vera scienza etc. interpreta questo tempo come l’ultima fase del Kali-yuga, l’“età oscura” prevista dalle scritture tradizionali hindu. Eppure non c’è nulla di conservatore o “reazionario” nella sua critica del Moderno, persino più radicale della critica di Marx alla società capitalistica e della critica di Nietzsche alla “decadenza” occidentale. La modernità, nello scenario di quell’immenso processo alchemico che è la “storia”, fuori da ogni illusione “progressista”, è epoca cruciale da attraversare necessariamente e integrare perchè, oltre la sua stessa dissoluzione post-moderna, si rimanifesti in pienezza la Sapienza originaria, perenne novità, nell’evento di “nuova terra e nuovo cielo”.

Giuseppe Cognetti insegna Storia della Filosofi a e Filosofi a Interculturale Contemporanea presso l’Università di Siena. Oltre a vari studi sulla fi losofi a tedesca dell’Ottocento, sull’esoterismo e sul dialogo interculturale, ha pubblicato i volumi La dimensione del Cuore (Firenze 1993), L’Arca perduta (Firenze 1996), Oltre il nichilismo (Milano 2003), La pace è un’utopia? La prospettiva di R. Panikkar (Soveria Mannelli 2006). Ha diretto un Master sulla formazione al pluralismo religioso, è consigliere dell’ASFER (Associazione per lo Studio del Fenomeno Religioso), ha organizzato convegni nazionali e internazionali sul dialogo interculturale e interreligioso; dal 2009 è vicepresidente del CIRPIT (Centro Interculturale Raimon Panikkar) e membro della Direzione della Cirpit Review. Esperto di discipline orientali, conduce da anni a Siena un Laboratorio di didattica Yoga e Tai Chi Chuan associato ai suoi corsi ed è insegnante dell’ITCCA (International Tai Chi Chuan Association).

Paolo Cognetti, diplomato in Pianoforte (2006) e Composizione (2012) al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, ha altresì conseguito nel 2013 un diploma di Master del Berklee College of Music, Valencia Campus in Scoring for Film, Television and Video Games. Ha vinto con i suoi lavori il Premio del pubblico nel Maggio Off Music Contest (2009) e due edizioni del Premio Nazionale delle Arti, in Composizione per immagini (2009) e in Musiche pop e rock originali (2011). Ha pubblicato nel 2011 l’album Rinascita per pianoforte solo. Scrive musica di scena e in ambito cinematografi co.

Contiene “AURORA”, cd musicale di Paolo Cognetti