Domenico Felice

Montesquieu e i suoi lettori

Informazioni
Collana: Filosofie
2014, 202 pp.
ISBN: 9788857522906
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

«Non vi è un solo evento rilevante, nella nostra storia recente, che non possa rientrare nello schema di intuizioni tracciato da Montesquieu» (Hannah Arendt).

«Erano apparsi Bacone, Galileo e Newton; dieci anni prima o dopo, doveva apparire Montesquieu» (Pellegrino Rossi).

«Montesquieu è un autore che pensa sempre, e fa pensare. È stato il più moderato e il più fine tra i philosophes. Lo prendo come mia guida, non come mio avversario» (Voltaire).

«L’amore per lo studio è in noi quasi l’unica passione eterna: tutte le altre ci abbandonano via via che la miserabile macchina che ce le fornisce si avvicina al proprio disfacimento. Bisogna crearsi una felicità che ci segua in tutte le età: la vita è così breve che non conta nulla una felicità che non duri quanto noi» (Montesquieu).

«La prosperità risiede nei costumi, non già nell’opulenza» (Montesquieu).

Domenico Felice è docente di Storia della Filosofia e di Storia della Filosofia Politica presso l’Università di Bologna. È autore di numerosi saggi e volumi su Montesquieu, tra i quali: Oppressione e libertà. Filosofia e anatomia del dispotismo nel pensiero di Montesquieu (Pisa, 2000); Per una scienza universale dei sistemi politico-sociali. Dispotismo, autonomia della giustizia e carattere delle nazioni nell’«Esprit des lois» di Montesquieu (Firenze, 2005); Los orígenes de la ciencia política contemporánea. Despotismo y libertad en el «Esprit des lois» de Montesquieu (Madrid, 2012); Introduzione a Montesquieu (Bologna, 2013). Assieme a Riccardo Campi, ha curato la prima traduzione italiana integrale del Dictionnaire philosophique e delle Questions sur l’Encyclopédie di Voltaire (Milano, 2013). È editor di «Montesquieu.it – Biblioteca
elettronica su Montesquieu e dintorni» (www.montesquieu.it).