Francesco Rizzo

Fenomenologia della grezza materia

Scritto di teoria del linguaggio, etica, estetica

Informazioni
Collana: Filosofie
2014, 120 pp.
ISBN: 9788857523897
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 12,00  € 11,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il saggio contiene momenti di riflessione critica su argomenti di teoria del linguaggio, di estetica, di etica. Si vuole, in qualche modo, mostrare la propensione, propria della filosofia esistenziale e dello schematismo soggettivo post kantiano, considerati in continuum, di creare vuoti, linguistici ed epistemici, perché i pregiudizi della mentalità scientifica positiva possano essere finalmente rivelati nella loro inconsistenza. L’esigenza di restituire il senso delle cose al mondo, umano e transumano, e il tentativo di riportare nella letteratura filosofica un moto regressivo verso l’anarchia del pre-soggettivo, verso la materia grezza, considerata come occasione virtuale e virtuosa di organizzazione di nuove forme di pensiero discorsivo, rendono urgente il ripensamento del rapporto soggetto-oggetto. Il discorso si fa, in conclusione, anche politico.

Francesco Rizzo, laureato in Filosofia presso L’Università “Sapienza” di Roma. Dottore di ricerca in Storia della filosofia tardo antica, medioevale, umanistica. Si è da sempre occupato di politica arrivando a ricoprire nel 2009 il ruolo di vicesindaco di Viggianello (PZ), comune alle pendici del Pollino. Nel 2010 ha lavorato come bilanciatore delle competenze presso Latina nell’ambito del “Programma Anticrisi” della Comunità europea. Dal 2012 al 2013 è stato impiegato presso Acea8Cento, società satellite di Acea Energia S.p.A. Attualmente è docente a contratto presso la Link Campus di Roma. Vive a Roma. Ha pubblicato Il plastico dei Trafitti (Lecce, 2012) e De Futuris Christianorum Triumphis. La Profezia (Roma, 2013).