Apis Apis

I Riti Egizi

Note storiche e simbologia esoterica dei gradi

Informazioni
Collana: Il flauto magico
2014, 492 pp.
ISBN: 9788857524788
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 28,00  € 26,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Questo testo rappresenta la prima opera in assoluto pubblicata in Italia che descriva i numerosissimi gradi (ben novantasette) che compongono la Piramide Iniziatica dei Regimi Egizi di Mizraim e Memphis. Di ognuno di tali gradi, a partire dal primo (Apprendista) per giungere fino al novantasettesimo (Gran Jerofante), viene accuratamente descritta la simbologia esoterica, l’origine e la storia: vengono inoltre pubblicati, per la prima volta in assoluto, disegni e foto dei Templi utilizzati per i Lavori nei singoli gradi. Pur mantenendo la segretezza iniziatica a cui gli Autori sono tenuti in virtu’ della loro adesione al Regime di Perfezionamento Egizio (Regime Rettificato di Mizraim-Memphis), essi tuttavia sollevano una parte consistente del velo di segretezza e di riserbo che, spesso eccessivamente, ha da sempre ricoperto i Riti Massonici Egizi. Viene anche tracciata, inoltre, una breve ma esaustiva storia dei Regimi Egizi e del loro sviluppo, particolarmente in Italia. Un libro imperdibile per tutti gli appassionati e gli studiosi di esoterismo e per gli amanti dell’antico Egitto da cui provengono la maggior parte delle cerimonie iniziatiche celebrate nei vari gradi dei regimi egizi; questo testo chiarira’ al lettore come tali regimi siano nati in funzione di promuovere il cammino di re-integrazione dell’Uomo e il suo graduale risveglio fino alla “osirificazione” o “apocatastasis”, ovvero la divinificazione dell’essere umano in accordo con le finalità delle antiche religioni misteriche.

“Apis” è il nome iniziatico (jeronimo) del Gran Jerofante, 97° grado, del Regime Rettificato di Mizraim-Memphis. Discendente di sangue di alcuni Grandi Iniziati del Passato (IZAR e N.R. OTTAVIANO), Apis ha cominciato il proprio percorso spirituale fin dall’adolescenza. Discepolo ed allievo di Massimo Scaligero e di Philippe Encausse (figlio del grande PAPUS), inizio’ giovanissimo il cammino nell’Ordine Martinista per successivamente approdare nella Libera Muratoria Egizia da Lui percorsa completamente dal 1° al 97° grado. è autore di diversi saggi, articoli, pubblicazioni (sempre rigorosamente pubblicati con eteronimi diversi, in ossequio alle regole di riservatezza ed impersonalità proprie dei reali contesti iniziatici); collabora con numerose riviste esoteriche di grande prestigio come “FUOCO SACRO” e “L’ARCHETIPO”. Dal maggio del 2012 è stato eletto “ad vitam” Sovrano Gran Maestro e Gran Jerofante del Regime Rettificato di Mizraim-Memphis, Obbedienza in cui è confluito il Deposito Iniziatico del Mizraim Puro (Regime di Napoli) ed il Deposito Iniziatico del Regime di Memphis-Mizraim. Apis è anche il Gran Maestro dell’Ordine Martinista Egizio Isiaco-Osirideo (O.M.E.IO.) ed il Primate della Ecclesia Gnostica Egizia Apostolica Yohannita, con l’eteronimo di Tau Julianus.

“Eleazar” è il nome iniziatico di un membro del Regime Rettificato di Mizraim-Memphis che fa parte delle Camere della Sezione Ermetica. Appassionato di testi antichi, ha compiuto la prima parte del suo percorso iniziatico nel Rito Scozzese per poi approdare, dopo circa 15 anni, ai Riti Egizi, che ha giudicato più confacenti alle sue esigenze. Ha curato la stesura di tutti i rituali della Sezione Filosofica del Regime Rettificato di Mizraim-Memphis attraverso un accurato processo di rettificazione dei testi più antichi in lingua inglese o francese, recuperando molteplici elementi assenti da tempo nei vari Corpus rituali. In passato ha pubblicato due saggi dedicati ai Gradi della Vendetta ed all’ultimo Grado del Rito di Perfezione, mettendo a confronto le varie tradizioni continentali. Ha anche curato la restituzione in lingua italiana di alcuni speciali rituali dei gradi azzurri (Solstizi ed Equinozi) che risalgono ai primi anni del secolo XIX e di alcuni rituali delle Logge Simboliche praticati nei secoli XVII e XVIII da Logge inglesi e francesi, primo fra tutti quello che ha introdotto per la prima volta il Grado di Maestro. Alcuni di questi rituali sono oggi praticati da diverse Logge azzurre italiane.