Il potere delle donne arabe

Informazioni
A cura di: Ilaria Guidantoni e Maria Grazia Turri

Collana: Relazioni pericolose
2015, 182 pp.
ISBN: 9788857525310
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00  € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il libro offre un panorama, in parte sconosciuto, delle relazioni private e sociali che caratterizzano la vita delle donne immerse in una cultura araba e islamica nel Nord Africa e in Medio Oriente. I diversi contributi si pongono l’obiettivo di riassumere e scalfire alcuni luoghi comuni che circondano il dibattito intorno a questo mondo femminile e intendono anche descrivere un insieme di problematiche che le donne si trovano a dover affrontare; alcune molto note, altre meno percorse dalla riflessione occidentale. Lo sguardo con il quale si è declinato il lavoro si incentra soprattutto su due paesi, la Tunisia e l’Iraq, ma si estende a tematiche che abbracciano aree territoriali fra loro molto diverse. La scelta di focalizzare l’analisi su queste due nazioni scaturisce dal fatto che le curatrici del libro hanno attinto alla loro esperienza personale nel tentativo di arricchire la riflessione con la conoscenza diretta, certe che è dall’esperienza personale che nascono molti interrogativi, pratici e teorici, anche perché il continuo flusso fra esperienze e riflessione sulle stesse ci modella e ci modifica e quindi varia i nostri comportamenti e i nostri sguardi sul mondo.

Ilaria Guidantoni, fiorentina, vive e lavora tra Roma, Milano e Tunisi. Giornalista, Blogger e Scrittrice. Laureatasi in Filosofia Teoretica, oggi si occupa soprattutto di mediterraneità. Ha pubblicato il saggio Vite sicure. Viaggio tra strade e parole (2010); la raccolta di poesie e racconti Prima che sia Buio (2010); l’instant book I giorni del gelsomino (2011); il romanzo verità Tunisi, taxi di sola andata (2012) e Chiacchiere, datteri e thé. Tunisi, viaggio in una società che cambia (2013); a dicembre 2014 è uscito Marsiglia-Algeri, viaggio al chiaro di luna.

Maria Grazia Turri, filosofa ed economista, insegna Linguaggi della comunicazione aziendale e Fondamenti della comunicazione all’Università di Torino. Dirige le Collane Relazioni Pericolose e Filosofie dell’economia per Mimesis. Tra le sue pubblicazioni le collettanee Manifesto per un nuovo femminismo (Mimesis 2013) e Femen. La nuova rivoluzione femminista (Mimesis 2013) e le monografie Gli dei capitalismo. Teologia economica nell’età dell’incertezza (Mimesis 2014), Biologicamente sociali, culturalmente individualisti (Mimesis 2012), Gli oggetti che popolano il mondo (2011), La distinzione fra moneta e denaro (2009).