Ernst Lohoff

Crisi: nella discarica del capitale

La critica del valore, l’Euro e l’assurdità delle politiche europee di austerità

Informazioni
Collana: Passato prossimo
2014, 124 pp.
ISBN: 9788857525358
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 5,90  € 5,61
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

La crisi dilaga. Nei paesi dell’Eurozona, mentre il lavoro sparisce dai settori centrali della produzione a causa delle più recenti tecnologie, le ciniche politiche di austerità ricacciano la popolazione in una miseria che l’Occidente aveva ormai dimenticato. La stessa economia mondiale sembra ad un passo dal crollo. Gli osservatori economici e le teorie antagoniste si abbandonano a sogni regressivi, sperando nell’improbabile ritorno di un capitalismo “sano”. Secondo la corrente internazionale della “Critica del valore”, al contrario, le cause della crisi vanno ricercate proprio nelle gravi contraddizioni che il capitalismo celava, fin dall’inizio, nella sua stessa struttura. I testi di Lohoff e Trenkle, presentati qui per la prima volta in lingua italiana e corredati di una lunga postfazione esplicativa, rappresentano un valido approccio alla storia e ai metodi della più radicale delle teorie critiche.

 

Ernst Lohoff (1960) e Norbert Trenkle (1959) sono stati tra i fondatori, nel 1986, del Krisis gruppe, il gruppo di elaborazione teorica tedesco che ha sviluppato, nell’ultimo trentennio, sulla base di una radicale revisione della teoria di Marx, le linee di base della corrente conosciuta internazionalmente come “Critica del valore”. Hanno pubblicato numerosi articoli e libri. L’ultimo, Die große Entwertung (La grande svalutazione), già tradotto in Francia, fa il punto sulla crisi in corso. In Italia il gruppo è conosciuto principalmente per il Manifesto contro il lavoro (Roma, 2003). Per Mimesis Edizioni è già apparso il libro Terremoto nel mercato mondiale (2014).

 

Riccardo Frola vive a Torino. Si interessa da anni agli sviluppi teorici della “Critica del valore”. Ha collaborato con testate locali del gruppo editoriale l’Espresso.