Eva Illouz

Il nuovo ordine amoroso

Donne, uomini e “Cinquanta sfumature di Grigio”

Informazioni
Collana: Coincidentia Oppositorum
2015, 138 pp.
ISBN: 9788857527598
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

In questa breve e provocatoria riflessione, Eva Illouz analizza in modo magistrale l’inaspettato successo mondiale di Cinquanta sfumature di Grigio e dei due volumi che ne seguirono. Dopo aver indagato i motivi del caso editoriale globale, la sociologa si interroga sulle ragioni dell’intenso piacere che la lettura della trilogia ha scatenato e su come essa sia potuta entrare in profonda risonanza con le sempre più contradditorie relazioni d’amore tra uomini e donne. Cinquanta sfumature di Grigio tocca proprio i nervi scoperti di quelle relazioni, laddove la sessualità e la ricerca di amore, l’indipendenza e il desiderio di riconoscimento sono, allo stesso tempo, fonte di radicale divisione e luogo in cui tentare una riconciliazione. Paradossalmente i ritualismi tipici del BDSM – con la gerarchia di genere che le informa e che orienta i protagonisti della trilogia, Ana e Christian – rivelano una fantasia culturale che si adatta perfettamente alla dilagante cultura “psy” del fai-da-te e che orienta verso un ordine amoroso più romantico e semplificato rispetto a quello uscito dalla rivoluzione egualitaria femminista. Ancora più paradossalmente, e contrariamente al battage pubblicitario che ha preparato l’uscita della versione cinematografica, la trilogia delle Sfumature si conclude con la “guarigione” della coppia, con un matrimonio e con l’attesa di un figlio. La Illouz illumina magistralmente questi paradossi e questi giochi di specchi culturali, regalandoci una profonda riflessione sulle difficoltà che oggi agitano, disorientano e riorientano le relazioni d’amore.

Eva Illouz è Professore alla Hebrew University di Gerusalemme e Presidente della Bezalel Academy of Arts and Design. Il suo libro Consuming the Romantic Utopia ha vinto la Honorable Mention per il miglior libro alla American Sociological Association, 2000 (Sezione Emozioni): Oprah Winfrey and the Glamour of Misery ha vinto il premio per il miglior libro alla American Sociological Association, 2005 (Sezione cultura). Nel 2004 ha tenuto le Adorno lectures presso l’Institute for Social Research di Francoforte. Nel 2013 ha conseguito l’Annaliese Meier International Award for Excellence in Research dalla Alexander von Humboldt-Foundation. Il suo libro Perché l’amore fa soffrire (Bologna 2013) ha vinto il Premio per il miglio libro della Alpine Philosophy Society in Francia e il Sociology of Emotions Recent Contribution Award dell’Asa.