Federica Castelli

Corpi in rivolta

Spazi urbani, conflitti e nuove forme della politica

Informazioni
Collana: Eterotopie
2015, 196 pp.
ISBN: 9788857528755
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00  € 15,20
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Cosa significa protestare per le strade, perché occupare uno spazio nella città? Veniamo da un recente risveglio, da anni che hanno riportato la politica nelle piazze e nelle strade. In tutto il mondo uomini e donne sono scesi in piazza manifestando un’urgenza condivisa di resistenza, di riappropriazione degli spazi e della capacità di agire e fare politica a partire dalle vite. Come comprendere la specificità di queste esperienze? Perché chiamarle rivolte urbane e non rivoluzioni? Quali sono gli strumenti per leggere una rivolta senza astrarre, generalizzare, neutralizzare? Stare per le strade è la pratica di stasis che crea lo spazio per la rivolta e contemporaneamente dispone un modo affettivo di vivere lo spazio urbano. Durante una protesta, la corporeità è esposta in tutta la sua intensità appassionata e vulnerabile. Il corpo al centro permette di cogliere la relazione che questi eventi intessono con gli spazi urbani, il nuovo senso della politica che propongono e i rapporti tra uomini e donne nel momento della protesta.

Federica Castelli è Dottore di ricerca in Filosofia politica e si occupa del rapporto tra conflitto e politica, con particolare attenzione all’esperienza del corpo sessuato nel contesto delle rivolte e al rapporto tra protesta e spazio urbano. Fa parte della redazione di DWF- donnawomanfemme, rivista storica del femminismo romano, e della redazione del sito Iaphitalia.org, sezione italiana dell’Associazione Internazionale delle Filosofe.

Recensioni