Andrea Tortoreto

Mente e realtà

Oltre il mito del dato

Informazioni
Collana: Consonanze e dissonanze
2015, 284 pp.
ISBN: 9788857529356
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 24,00  € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il rapporto tra mente e mondo non è così scontato come si potrebbe supporre a prima vista. Le modalità tramite le quali si realizza tale relazione, e le forme che essa assume, nascondono in effetti interrogativi e ambiguità che hanno interessato i principali pensatori dell’epoca moderna e contemporanea impegnando vasti settori della riflessione filosofica. Il volume indaga tali problematiche analizzando la nozione di dato sensoriale, ossia l’idea che la conoscenza empirica possa fare riferimento a elementi puri che godono di autonomia e capacità fondazionale. La ricerca è condotta mostrando le criticità connesse a una tale visione fin dalle sue origini cartesiane, per seguirne poi gli sviluppi nella gnoseologia successiva. Nella suddetta ricostruzione si accoglie la tesi concettualista, oggi molto discussa in filosofia della percezione, sostenendola teoreticamente sulla scia di alcuni risultati raggiunti nell’epistemologia analitica e neopragmatista; dalla critica di Sellars alla datità, fino alle riflessioni di Putnam e McDowell.

Andrea Tortoreto è dottore di ricerca in Filosofia e Scienze umane. È stato assegnista presso l’Università di Perugia, dove attualmente collabora con la cattedra di Filosofia teoretica. Le sue ricerche sono rivolte all’epistemologia contemporanea con particolare riferimento al pensiero di Sellars e della scuola di Pittsburgh. Le sue pubblicazioni riguardano soprattutto Gadamer, Putnam e il pragmatismo.