Adriano Accattino

Pensare l’impensabile e altre aporie

Informazioni
Collana: Fuori collana
2015, 138 pp.
ISBN: 9788857529950
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Viviamo nell’incertezza e pure nasce ogni cosa nell’incertezza: abitiamo isole galleggianti che le correnti spostano, cambiando la conformazione dell’arcipelago. Dobbiamo continuamente disegnare le mappe, però, appena solleviamo la punta della nostra penna, esse non sono già più fedeli. Un’instabilità dentro e fuori di noi ci sottrae persino la possibilità di tenere un punto d’osservazione. Stiamo appostati su un punto tutt’altro che fermo. Di una medesima instabilità soffrono i quattro saggi di materia elementare che compongono questo libro: La creatività primitiva, Scrivere e pensare, L’improvvisazione in pittura, La poesia visiva. Dalla loro hanno però la carica intatta di un inizio, la freschezza della marginalità, la sorpresa dell’improvvisazione; hanno fatto esperienza dell’impensabile. Non abbiamo nulla da temere.

Adriano Accattino è un poeta, anche se i suoi libri di prosa e di ricerca sono più numerosi di quelli di poesia. Ha fondato e diretto alcune riviste di cultura e di scrittura, tra le quali la più importante fu “il martello”. Ha organizzato convegni, incontri di artisti e critici e ha allestito mostre, curando l’edizione di cataloghi e atti. È anche artista, nel senso che si interessa di arte e crea opere, che per lo più non espone.
adrianoaccattino@netsurf.it
www.accattino.it