Francesca Peruzzotti

Lo scritto e il suo lettore

In ascolto di Jean-Louis Chrétie n, Martin Heidegger, Jean-Luc Marion

Informazioni
Collana: Antrolopologia della libertà
2015, 258 pp.
ISBN: 9788857530543
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 24,00  € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

È utile, oggi, tornare ad insistere sulla filosofia di Martin Heidegger? Quale interrogazione imprescindibile pone la differenza ontologica? Questo libro, sfruttando le riflessioni della fenomenologia francese contemporanea vuol rispondere a questa domanda. E, con ciò, interrogarsi su quale forma dell’umano dica il suo particolare posizionamento. In particolare, dal confronto con Jean-Luc Marion e Jean- Louis Chrétien emerge la figura del lettore/scrittore. Essa offre un nuovo sguardo sulla soggettività che si scopre già situata in una Scrittura/scrittura. Questa richiede di essere letta e detta. L’appello della lettura dichiara l’esigenza di una risposta, essa è offerta per una assunzione decisionale. Il soggettolettore è, necessariamente, scrittore che leggendo-scrivendo sceglie come egli possa essere. Il testo supera ogni dicotomia Dio-Uomo, soggetto-oggetto, poiché le ricomprende nella dialettica appello risposta, Testo testo. Ciò che emerge da questa analisi è la possibilità data all’uomo affinché egli sia nel reale, secondo la propria finitezza.

Francesca Peruzzotti è laureata in filosofia presso l’Università degli Studi di Milano e licenziata in Teologia Fondamentale alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano. È attualmente dottoranda presso la Scuola Internazionale di Alti Studi «Scienze della cultura» della Fondazione Collegio san Carlo di Modena. Si è occupata principalmente di fenomenologia, interessandosi alla questione teologico-filosofica.