Bernard Stiegler

Platone digitale

Per una filosofia della rete

Informazioni
A cura di: Paolo Vignola; Francesco Vitale
Traduzione di: Paolo Vignola

Collana: SX
2015, 118 pp.
ISBN: 9788857531410
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 12,00  € 11,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Questo libro presenta i principali concetti elaborati da Bernard Stiegler nell’arco della sua intensa e provocante attività di ricerca. Il filosofo francese legge la realtà e la soggettività contemporanee monitorando il ruolo delle tecnologie, che, attingendo a una metafora già usata da Platone e da Derrida con riferimento alla scrittura, non esita a definire pharmakon(rimedio e, a un tempo, veleno). Un’analisi a tutto campo e radicale, in grado di articolare un’originale e impegnata comprensione critica dell’ambiente tecnologico nel quale siamo immersi. Paolo Vignola e Francesco Vitale, accreditati studiosi di Stiegler in Italia, accompagnano il lettore all’approfondimento di una delle voci più interessanti del panorama intellettuale contemporaneo.

Bernard Stiegler, insegna all’Université de Technologie di Compiègne. Direttore dell’Institut de Recherche et d’Innovation (IRI) di Parigi e Presidente dell’associazione internazionale Ars Industrialis, è uno dei filosofi più attenti alle trasformazioni della società contemporanea, nonché tra i più attivi all’interno del dibattito teorico e politico sui media e sulle tecnologie digitali. Tra i testi più recenti di Stiegler, segnaliamo Etats de choc. Bêtise et savoir au XXIè siècle (2012), Pharmacologie du Front national (2013), La société automatique I. L’avenir du travail (2015).

Paolo Vignola, PhD in Filosofia, è attualmente ricercatore Prometeo in scienze tecnologiche presso l’Università Yachay Tech, in Ecuador, e collabora con l’Institut de Recherche et d’Innovation di Parigi. È co-fondatore della rivista internazionale di filosofia contemporanea “La Deleuziana” e ha già tradotto diversi saggi di Bernard Stiegler. Tra le sue pubblicazioni, La lingua animale. Deleuze attraverso la letteratura (2011) e L’attenzione altrove. Sintomatologie di quel che ci accade (2013).

Francesco Vitale, insegna Storia delle dottrine estetiche presso l’Università di Salerno. È membro dell’Advisory Board della “Oxford Literary Review”. Ha dedicato numerosi articoli, pubblicati in Italia e all’estero, a Jacques Derrida, nonché i volumi Spettrografie (2008) e Mitografie (2012). Ha curato con Silvano Facioni e Simone Regazzoni il Derridario. Dizionario della decostruzione (2012). Attualmente si sta occupando del rapporto fra decostruzione e scienze della vita per un volume in corso di pubblicazione presso Fordham University Press (NY) dal titolo Biodeconstruction.

Recensioni

Alex Giordano - Il Sole 24 Ore, 15 novembre 2020
"Una tecnologia alleata per curare il mondo"
Leggi la recensione

Riccardo De Palo - Il Messaggero, 8 agosto 2020
"Addio a Stiegler, filosofo della tecnologia che aveva scoperto Platone in carcere"
Leggi la recensione

Mario Brandolin - Messaggero Veneto, 23 ottobre 2018
"Stiegler, La societa? automatica ci ha tolto memoria e pensiero"
Leggi la recensione

Simone Paliaga - Avvenire, 22 ottobre 2018
"La velocita? di calcolo fa collassare le strutture sociali"
Leggi la recensione