Ellen Dissanayake

L'infanzia dell'estetica

L’origine evolutiva delle pratiche artistiche

Informazioni
Collana: Estetica/Mente/Linguaggi
2015, 208 pp.
ISBN: 9788857531687
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Perché “facciamo” arte? Qual è il motivo per cui le arti e i comportamenti artistici risultano così universalmente diffusi in tutte le popolazioni umane? Qual è, in termini darwiniani, il “vantaggio” che le arti assicurano (o hanno assicurato), nella storia evolutiva della nostra specie? Muovendosi con rara abilità al confine tra numerosi ambiti disciplinari, dalla psicologia dello sviluppo all’antropologia, dalla teoria evoluzionistica alle neuroscienze, dalla paleoantropologia alla storia dell’estetica, Ellen Dissanayake delinea nei saggi qui raccolti e tradotti per la prima volta in italiano una coerente ipotesi interpretativa sull’evoluzione e sviluppo delle pratiche e dei comportamenti artistici. L’origine delle arti – definite da Dissanayake making special behaviours, cioè comportamenti “che rendono speciale” il mondo intorno a noi – è nell’età infantile: siamo Homines aesthetici, già nei sorrisi, gesti e scambi pre-linguistici che ci legano, da bambini, alla madre.

Ellen Dissanayake è Affiliate Professor presso la University of Washington a Seattle, negli USA. Si occupa di antropologia evoluzionistica, estetica, teoria delle arti, psicologia dello sviluppo ed è una delle voci più originali e autorevoli nel dibattito contemporaneo sull’origine evolutiva delle pratiche artistiche. Tra le sue pubblicazioni di maggior rilievo, le monografie What is Art For?, del 1988; Homo Aestheticus: Where Arts Come From and Why, del 1992; Art and Intimacy. How the arts began, del 2000. Ha in preparazione un volume monografico sull’arte paleolitica.