Jean-Luc Nancy

La comunità sconfessata

Informazioni
A cura di: Fausto De Petra

Collana: Babel parole della filosofia
2016, 182 pp.
ISBN: 9788857532219
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 16,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

A più di trent’anni da La comunità inoperosa (1983), Nancy torna sul tema della comunità muovendo da un’attenta esegesi de La comunità inconfessabile (1983) di Maurice Blanchot. Ricostruendo gli eventi da cui scaturì questo dialogo a distanza, il saggio prolunga e rettifica alcune delle linee interpretative già emerse ne La comunità inoperosa. Attraverso un profondo lavoro di scavo, Nancy tenta ora di elucidare alcune questioni cruciali della scrittura e del pensiero politico di Blanchot che quest’ultimo aveva in parte «sconfessato» con il suo libro sulla comunità. Ritornando sulla «comunità degli amanti» e sull’interpretazione di Blanchot de La malattia della morte di Marguerite Duras, Nancy analizza l’intricata rete di rimandi che si annoda tra le due scritture. Sullo sfondo del testo si staglia la fi gura di Georges Bataille all’origine del tracciato fi losofi co di Nancy e di Blanchot sulla comunità. In questo denso studio, Nancy mostra come la comunità, nonostante le sue aporie e i suoi disastri, sia esposta al ricorsivo mito della sua assenza e come essa si riveli come un’impossibile passione dell’Occidente sempre pronta a confessare, tra «inoperosità» e segreto, l’inconfessabile tentazione dell’opera.

Jean-Luc Nancy è uno dei maggiori esponenti del pensiero contemporaneo. Tra la sua copiosa bibliografi a ricordiamo in traduzione italiana, La comunità inoperosa (Napoli 1992), Un pensiero finito (Milano 1992), La partizione delle voci (Padova 1993), L’essere abbandonato (Macerata 1996), Il senso del mondo (Milano 1997), Hegel. L’inquietudine del negativo (Napoli 1998), L’esperienza della libertà (Torino 2000), Essere singolare plurale (Torino 2001), Il pensiero sottratto (Torino 2003), La creazione del mondo o la mondializzazione (Torino 2003), All’ascolto (Milano 2004), L’intruso (Napoli 2006), La dischiusura. Decostruzione del cristianesimo I (Napoli 2007), L’imperativo categorico (Nardò 2007), Ego sum (Milano 2008), Il peso di un pensiero, l’approssimarsi (Milano 2009), Verità della democrazia (Napoli 2009), L’adorazione. Decostruzione del cristianesimo II (Napoli 2012), Prendere la parola (Bergamo 2013), Politica e «essere-con». Saggi, conferenze, conversazioni (Milano 2013), L’altro ritratto (Roma 2014).

Fausto De Petra è Dottore di Ricerca in Antropologia filosofica. Le sue ricerche si sono rivolte negli ultimi anni alla filosofia contemporanea francese e in particolar modo a Bataille, Nancy e Blanchot ai quali ha dedicato diversi studi pubblicati su riviste come «Filosofia politica», «Lignes», «B@belonline/print», «Il cannocchiale». È autore del saggio Comunità, comunicazione, comune. Da Georges Bataille a Jean-Luc Nancy (Roma, 2010) e ha curato e tradotto di J.-L. Nancy il volume Politica e «essere-con». Saggi, conferenze, conversazioni (Milano, 2013).

Recensioni

Andrea Calzolari - Alias, 1 maggio 2016
"L'anarchismo di destra, approdo possibile per chi pensa l'assoluto"
Leggi la recensione

Paolo Calabrò - mangialibri.com, 22 giugno 2016
"La comunità sconfessata"
Leggi la recensione