Forme della negazione

Un percorso interculturale tra Oriente ed Occidente

Informazioni
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Cosa vuol dire “Negazione”? Elemento centrale dell’esperienza umana di ogni tempo, sia per il ruolo grammaticale in ogni linguaggio che per le conseguenze a livello etico, morale e sociale, tentare di identificare il modo con cui essa agisce al di là del senso comune vuol dire comprenderne le implicazioni, dal punto di vista di come essa agisce e di cosa può suggerire al pensiero contemporaneo. Ma indagarla da un punto di vista unicamente filosofico, occidentale, rischia di impoverire ulteriormente la sua carica trasformativa: è per questo che il percorso che questo volume compie si struttura in senso interculturale ed interdisciplinare. I contributi qui raccolti sono infatti frutto di un dialogo tra diverse competenze e differenti approcci: filosofia e filologia si intrecciano per cercare di illuminare il simbolo della negazione da diverse angolature, da oriente ad occidente, lasciando che essa risplenda nella sua interezza. Il presente volume quindi si offre come una rifl essione sull’argomento della negazione per chiunque voglia approfondirne il tema – riflessione frutto anche di un dialogo fecondo tra gli autori e le rispettive discipline.

Leonardo Marcato, dottore magistrale in Scienze delle Religioni, è attualmente dottorando in Filosofia Teoretica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Studioso del pensiero di Raimon Panikkar e di filosofia interculturale e delle religioni, si interessa anche del pensiero di Nishida Kitaro, del patrimonio digitale immateriale, di digital philosophy e nuovo umanesimo. Ha curato la pubblicazione dei pensieri di Ascanio Pagello, accademico olimpico, in Riflessioni di un Laico 1959-1992 (2011).