Alessandro Alfieri

Necessità e fallimento della forma

Saggio su Adorno e l’arte contemporanea

Informazioni
Collana: Forme del possibile. Estetica, arte, letteratura
2015, 150 pp.
ISBN: 9788857533346
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il presente volume, partendo dalla riflessione estetica di Theodor W. Adorno, mette in evidenza i paradossi costituivi del concetto di “forma” nell’arte moderna. Fin dagli anni dei suoi scritti musicologici infatti, il filosofo tedesco è ben cosciente di come la dialettica incarnata dalla forma costituisca il perno per comprendere le tendenze dell’arte del Novecento, e in Teoria estetica la forma stessa diventa l’unica opportunità di esistenza dell’arte moderna, seppur si tratti di una forma sempre destinata al fallimento. Attraverso questo paradosso, il libro attraversa l’opera di Beckett e la musica di Schönberg per arrivare all’Informale e all’Espressionismo astratto americano, proponendo un percorso teorico originale e stimolante.

Alessandro Alfieri è Dottore di ricerca in Scienze Filosofi che e Sociali presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. Cultore della materia in Estetica presso l’Università La Sapienza, ha lavorato presso il MLAC (Museo Laboratorio di Arte Contemporanea) e collabora come pubblicista con diverse testate cartacee e online occupandosi di arte e fenomeni sociali. Autore di numerosi saggi pubblicati su riviste specializzate, tra i suoi libri Vasco, il Male. Il trionfo della logica dell’identico (con P. Talanca, 2012) e Cinema, Mass Media e la scomparsa della realtà. Immagini e simulacri dell’11 settembre (2013).