Filippo Forcignanò

Forme, linguaggio, sostanze

Il dibattito sulle idee nell’Academia antica

Informazioni
Collana: Ricercare
2017, 376 pp.
ISBN: 9788857533674
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 35,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

L’Academia di Platone è stata la più libera scuola filosofica del mondo greco e, con ogni probabilità, dell’intera tradizione occidentale. Questo aspetto non è però sufficiente per giustificare un fatto scandaloso: dopo Platone, nessuno dei suoi allievi diretti e dei più autorevoli membri della scuola ha conservato quella che è convenzionalmente indicata come la sua più importante teoria, quella delle idee. La presente ricerca indaga il dibattito che ha animato l’Academia in un periodo compreso tra la composizione del Parmenide, l’unico dialogo di Platone dedicato espressamente alle idee, e di uno scritto polemico di Aristotele noto solo indirettamente grazie al commentario di Alessandro di Afrodisia alla Metafisica: il Peri ide?n. Attraverso un’analisi scrupolosa dei testi e un ampio confronto con la letteratura secondaria, questo libro mira a offrire un quadro storicamente fondato e filosoficamente pregnante di un dibattito indispensabile per lo sviluppo della filosofia europea.

Filippo Forcignanò (dottore di ricerca presso l’Università degli Studi di Torino) è attualmente assegnista di ricerca in Storia della filosofia antica presso l’Università degli Studi di Milano. Si occupa principalmente del pensiero di Platone, in particolare degli aspetti metafisici ed epistemologici, ma anche di alcuni temi del pensiero presocratico (i fisici pluralisti), della riflessione filosofica di Eudosso e delle critiche di Aristotele ai platonici. A questi temi ha dedicato alcuni studi su riviste specialistiche e conferenze in Europa, Giappone, Brasile.