Bruno Barba

Calciologia

Per un’Antropologia del football

Informazioni
Prefazione di: Darwin Pastorin

Collana: Il Caffè dei Filosofi
2016, 280 pp.
ISBN: 9788857533735
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 24,00  € 22,80
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il calcio è una straordinaria occasione – per ora parzialmente persa – di educazione, fratellanza, conoscenza, studio dei popoli e delle loro culture, se non fosse che una misteriosa volontà di autodistruzione ce ne mostra la parte peggiore: la violenza, il razzismo, il business, la corruzione, quando invece dovrebbe essere soprattutto scoperta, curiosità, cultura. Perché permette di guardarsi dentro, perché ci dice di “che pasta siamo fatti”, e da chi siamo circondati. Per tutte queste ragioni, il calcio è uno straordinario oggetto di indagine antropologica in quanto “contiene” tanto, se non tutto, della cultura, della nostra vita: è danza, guerra, linguaggio, letteratura, competizione, caso, simulazione, vertigine. Ancora, è politica e business, poesia e scienza. Il volume ripercorre “casi”, vicende storiche, narrazioni epiche e memoria di grandi squadre – l’Ajax di Cruijff, il Brasile di Pelé, il Milan di Sacchi – e di grandi campioni – da Garrincha a Jašin, da Tardelli a Rivera, a Sòcrates – in cui il calcio emerge in tutta la sua dimensione eroica, epica, religiosa. Sport giocato con i piedi, il football è il regno dell’imprevedibilità, un gioco nel quale Davide può battere Golia. La palla cioè “è” il destino, il rischio, il fato, la vita stessa; nella sua sferica e innocente irrazionalità, rappresenta un monito continuo sulla caducità delle imprese dell’uomo.

Bruno Barba è ricercatore di Antropologia del Dipartimento di Scienze Politiche – scuola di Scienze Sociali – dell’Università di Genova. Studia da più di vent’anni il meticciato culturale e il sincretismo religioso del Brasile. L’altra sua area di ricerca è il calcio, di cui è grande appassionato, oltre che studioso e cultore. Tra le sue pubblicazioni, Bahia, la Roma negra di Jorge Amado (Milano, 2004), Tutto è relativo. La prospettiva in Antropologia (Firenze, 2008); La voce degli dei. Il Brasile, il candomblé e la sua magia (Roma, 2010); Dio Negro, mondo meticcio (Firenze, 2013); No país do futebol. Brasile 2014: il calcio torna a casa (Orbetello, 2014); Rio, Ritratto di una città (Bologna, 2015); Meticcio. L’opportunità della differenza (Orbetello, 2015).

Recensioni

Luca Pollini - L’ArenaIl Giornale di Vicenza, Brescia Oggi , 26 aprile 2020
“Un mamba a canestro”
Leggi la recensione

Bruno Barba - Il Secolo XIX, 6 giugno 2016
"Fenomenologia dello spogliatoio"
Leggi la recensione

Sabine Bertagna - chooze.it, 12 giugno 2016
"Alè Oh Oh: Libri Per Inguaribili Malati Di Calcio"
Leggi la recensione

Angelo Carotenuto - La Repubblica, 14 giugno 2016
"Kiraly, il portiere in tuta profeta del calcio vintage"
Leggi la recensione

Attualità culturale (RSI), 10 giugno 2016
"Apertura degli Europei di calcio"
Ascolta l'intervista

Antonello Caporale - Il Fatto quotidiano, 18 giugno 2016
"Pensare con i piedi serve a capire l'anima di un popolo"
Leggi l'intervista

Moreno Filipetto - Il Trovalibri (Primaradio), 17 giugno 2016
"Calciologia"
Ascolta l'intervista

Filosofia (Rai), 30 maggio 2016
"Bruno Barba: calciologia"
Ascolta l'intervista

Angelo Carotenuto - Il Venerdì, 22 luglio 2016
"Tristezza per favore vai via"
Leggi la recensione

Il calciatore, luglio 2016
"Calciologia, per un'antropologia del football"
Leggi la recensione 

Calcio Style, ottobre 2016
Calciologia
Leggi la recensione 

Giovanni Del Bianco - Guerin Sportivo, dicembre 2016
"I libri"
Leggi la recensione