Vincenzo Romania

Fra Voltaire e Jihad

Gli attentati di Parigi come dramma sociale e trauma culturale

Informazioni
Collana: Sociologie
2017, 130 pp.
ISBN: 9788857533896
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 10,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Gli attacchi terroristici di Parigi costituiscono un caso di studio sociologico ideale per analizzare il rapporto fra nuovo terrorismo, mass media e rituali civili. Le strategie dell’ISIS rappresentano, infatti, un’avanzata integrazione fra visibilità politica e notiziabilità mediatica degli attacchi. Al contempo, i fatti di Parigi rappresentano un nuovo modello di media event la cui copertura è andata a saturare l’offerta televisiva e giornalistica, con intrecci fra i vari media, digitali e tradizionali. In questo contesto, si è dimostrata la capacità simbolica dello Stato francese di mettere in atto rituali civili di portata globale e di elaborare gli eventi nei termini di un trauma culturale che ha ridefinito l’identità nazionale e quella europea; e, ancora, rinnovato la retorica dello scontro di civiltà fra Occidente e Islam.
Il libro introduce brevemente alla storia dell’ISIS e agli studi sociologici sul terrorismo, per proporre poi una frame analysis di tre corpus di dati: la marcia repubblicana del gennaio 2015; il discorso presidenziale di Hollande del 16 novembre 2015 e la stampa quotidiana francese nella settimana successiva agli attentati di novembre. Un’attenzione specifica è dedicata alla costruzione discorsiva e narrativa degli eventi. Ne deriva un interessante quadro sui meccanismi di trasformazione mediatica del terrorismo e sulle relazioni trilaterali fra comunicazione, ritualità e terrorismo nella società contemporanea.

Vincenzo Romania professore associato di Sociologia dei Processi Culturali all’Università di Padova, si occupa di interazionismo simbolico, di comunicazione interculturale e di storia del pensiero sociologico. Collabora con varie riviste ed è membro dei comitati scientifici del master in Studi sull’Islam in Europa e del dottorato in Scienze Sociali dell’Università di Padova.