Ernst Haeckel

Forme in evoluzione

Morfologia del vivente e psicologia cellulare

Informazioni
A cura di: Valeria Maggiore

Collana: Filosofia/Scienza
2016, 126 pp.
ISBN: 9788857533964
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 12,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Ernst Haeckel, scienziato per professione e artista per passione, mise l’arte a disposizione delle ricerche morfologiche, proponendo una scienza unitaria del vivente, in grado di comprendere l’organismo nella sua totalità funzionale ed estetica. Nei tre saggi qui raccolti egli indaga la forma esteriore dei viventi, cogliendo in essa l’indicazione di una vita interiore, una vis plastica che anima la Natura in ogni sua manifestazione, dà impulso alla differenziazione funzionale e sancisce la continuità fra organico e inorganico. Espressioni come “vita dei cristalli” e “anima cellulare” appaiono qui prive di contraddizione e la Natura, creatrice inconscia di forme, diviene essa stessa un’opera d’arte. Nel pensiero haeckeliano si può perciò riconoscere un modello da seguire in un’epoca, come la nostra, in cui le più importanti conquiste culturali dell’umanità, l’arte e la scienza, sono spesso contrapposte nello studio del medesimo libro, quello della Natura.

Ernst Haeckel (1834-1919), professore di anatomia comparata all’Università di Jena, dedicò la sua intera vita alla popolarizzazione dell’evoluzionismo. Artista e filosofo, lasciò un segno profondo nella cultura europea, coniando il termine “ecologia”. I suoi lavori sui radiolari restano ancor oggi opere di riferimento del settore e i suoi numerosi saggi divulgativi, tra cui ricordiamo la Generelle Morphologie der Organismen (1866), la Natu?rliche Schöpfungsgeschichte (1868), l’Anthropogenie (1874), i Welträthsel (1899), le Kunstformen der Natur (1904) e le Lebenswunder (1904), ottennero un enorme successo editoriale. A lui si deve, infine, la costruzione del Phyletisches Museum, il primo museo al mondo dedicato alla teoria evolutiva.

Valeria Maggiore (1988) si è laureata a Palermo in Scienze Filosofiche e sta svolgendo un Dottorato di Ricerca in Filosofia presso l’Università degli Studi di Messina – Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne. Collabora con alcune riviste specialistiche, approfondendo temi legati all’estetica, alla morfologia e alla storia del pensiero biologico.

 

Recensioni

Serena Palumbo - scienzaefilosofia.com, Nº 17/2017
“Forme in evoluzione”
Leggi la recensione