Vincent Descombes

Gli imbarazzi dell’identità

Informazioni
A cura di: Giuseppe Padovani

Collana: Coincidentia Oppositorum
2016, 192 pp.
ISBN: 9788857534954
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Questo studio di Vincent Descombes analizza l’uso che viene comunemente fatto nei dibattiti attuali, soprattutto sulla spinta dei grandi fenomeni di trasformazione del tessuto socio-culturale, politico ed economico, che coinvolgono i rapporti tra gli individui e le istituzioni delle società occidentali, del concetto di identità, di cui ne evidenzia l’enigma lessicale, tanto da constatare che spesso non è la risposta alla domanda che è controversa quanto la domanda stessa. “Chi sono?”, “Chi siamo?”, sono domande che ci si pone quando ci interroghiamo sulla nostra identità e appartenenza sociale e politica. Chiedersi “Chi è?”, è porsi una domanda sull’identità di cui comprendiamo immediatamente il senso, giacché conoscere l’identità di qualcuno, è sapere come si chiama, che cosa fa, qual è la sua qualità sociale. Tuttavia, quando ci si pone la domanda alla prima persona, “Chi sono?”, l’intenzione non è affatto quella di conoscere il proprio nome, cognome e stato civile.
Infine, chiedersi “Chi siamo?” è porsi una domanda sull’identità collettiva di appartenenza, sul riconoscimento e la condivisione dei valori comuni che coinvolgono l’uso del “noi” e le rivendicazioni identitarie, di carattere civile e politico. L’argomento del volume è appunto quello di analizzare che cosa vuol dire la parola “identità” nei diversi usi che ne facciamo.

Vincent Descombes, è Direttore degli studi a l’École des hautes études en sciences sociales di Parigi. Fra le sue molte opere ricordiamo: Les Institutions du sens, Paris, 1996, tr. it. a cura di G. Padovani, Milano, 2006. Le complement du sujet: Enquete sur le fait d’agir de soi-même, Paris, 2004. Le raisonnement de l’ours et autres essais de philosophie pratique, Paris, 2007. Le parler de soi, ‘folio essais’, Paris, 2014. 

Giuseppe Padovani, è stato professore di ‘Sociologia generale’ e di ‘Sociologia dei processi comunicativi e culturali’, tra i suoi saggi ricordiamo che ha curato la traduzione delle opere di M. Henry, Marx, 2 voll. (2010 e 2011); Teoria di una catastrofe (2015). Di V. Descombes ha curato l’edizione italiana di Le istituzioni del senso (2006).