Franco Romanò

Il padre e lo straniero

(Nuova Serie) n. 02/2016

Informazioni
Collana: Costruzioni psicoanalitiche
2016, 146 pp.
ISBN: 9788857536408
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

La “funzione paterna” incontra, oggi, uno stato di crisi sotto molti profili: sociale, educativo e psicologico. Il venir meno di una società e di relazioni impostate sulla predominanza della figura del padre non è necessariamente una cosa negativa: i grandi movimenti di contestazione della seconda metà del novecento avevano, infatti, sottoposto ad una critica severa le distorsioni autoritarie di una società e di una ideologia sostanzialmente patriarcali. La questione che viene affrontata in questo volume prende in esame non tanto un declino sul quale si sta dibattendo da anni, quanto piuttosto l’impronta che lo caratterizza. L’indebolimento del padre e del suo significato si sta configurando come attacco o, addirittura, soppressione della regola piuttosto che come alleggerimento della rigidità e del sadismo in essa contenuti. Come sappiamo però dalla teoria e dalla clinica psicoanalitica, l’evanescenza del limite produce nell’individuo un crescente senso di colpa e, di conseguenza, una enfatizzazione degli aspetti persecutori legati alle figure che rappresentano l’autorità: figure alle quali, infine, non rimane che identificarsi, difensivamente, in modo rigido e acritico.

La funzione del padre nella psicoanalisi kleiniana
Adriano Voltolin

Principio maschile e principio paterno
Claudio Widmann

El padre, lo actual y los destinos del goce, en la clinica
María Cristina Bacchetta

“Rifugi della mente”: un padre e un figlio
Marina Ricci

…E se Edipo non potesse incontrare il padre?
Sara Daelli

Uomini e padri
Franco Romanò

Caro papà, non è tutta colpa tua!
Rossana Brambilla

Qualche nota sulla teoria della conoscenza di Bion
Giacomo Clemente