Morris L. Ghezzi

Il diritto come estetica

Epistemologia della conoscenza e della volontà: il nichilismo/nihilismo del dubbio

Informazioni
Prefazione di: Emanuele Severino
Postfazione di: Agostino Carrino; don Paolo Renner

Collana: Law without law
2016, 148 pp.
ISBN: 9788857536620
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Dall’empiria alla teologia, dalla fisica alla metafisica, dalla logica dell’identità a quella del divenire, dalla realtà statica alla realtà dell’oscillazione, della metamorfosi, dal libero al servo arbitrio, dal dover essere al mi piace, dal diritto come normatività al diritto come estetica, queste ipotesi si presentano come le principali tappe attraverso le quali si snoda il saggio. Il dubbio regna sovrano su ogni conoscenza umana. Sappiamo di non sapere, ma ormai si è ben oltre questa consapevolezza; ora si affaccia anche il dubbio intorno all’esistenza stessa del soggetto, che conosce, ed al cogito cartesiano. Il nihilismo/nichilismo getta più di una semplice ombra sulle nostre certezze conoscitive.

Morris L. Ghezzi è professore ordinario di Filosofia e Sociologia del Diritto presso l’Università degli Studi di Milano. Ha insegnato Teoria Generale del Diritto e attualmente insegna anche Sociologia della Devianza e Sociologia del Lavoro. È avvocato iscritto presso il Foro di Milano, Presidente della Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo e del Comitato Scientifico dell’Associazione Italiana Avvocati d’Impresa, nonché Consigliere della Società Umanitaria. Autore di numerosi saggi e articoli in materia sociologica e giuridica ha pubblicato presso Mimesis: Il Segno del Compasso, Le Ceneri del Diritto, Federalismo Laico e Democratico, La Scienza del Dubbio, La Leggenda dei Tordi Ubriachi, Massoneria e Giustizia, Il Processo al Conte di Cagliostro, Relazioni morali e altri scritti (2015). Dirige per Mimesis le collane: I Grandi Processi e Law Without Law.