Fulvio Palmieri

Troppo umano

Sociologia della genetica

Informazioni
Collana: Filosofie
2016, 202 pp.
ISBN: 9788857538365
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Da sempre l’uomo cerca di liberarsi dalla natura e da sempre l’uomo vive contro di essa, con esiti incerti se non coincidenti con l’autodistruzione. La posta in gioco si è alzata e ora la volontà è tutta tesa a creare un essere frutto della ricerca unificata di genetica, robotica, informatica e nanotecnologie. Per riferirci a ciò che verrà pare più appropriato il termine grinantropo, ossia la conservazione di qualcosa di umano – forse la sola forma – ma programmato e implementato per come si possono immaginare i più sofisticati robot. Il problema, in realtà, forse non risiede tanto nei potenziati e nella biologia genetica, quanto negli interessi economico-finanziari che ruotano attorno a questo tipo di ricerche. Qui nasce il problema, e diventa chiaro che l’approccio per capire il futuro che verrà comporta il prezzo che siamo disposti a pagare per diventare potenziati. Il grinantropo è, per l’uomo, una sfida tutta nuova e insidiosa. Una sfida non più, o meglio, non solo, umana: l’uomo non è più al centro degli scenari biotecnologici.

Fulvio Palmieri (Ph.D), saggista, vive e lavora a Milano, dove e? nato (1963). Tra le sue pubblicazioni: Wittgenstein e la grammatica; Linguaggio e coscienza in J.R. SearleIl pensiero sostenibile. Per un’epistemologia del divenireL’esperienza del labirinto. Dio, Dioniso e la DamaIl linguaggio del denaroComunicare l’inferno, postafazione in: G. Carlotti, A. Franchini, Isis. Le 100 domande che tutti si fannoLiberta? e felicita?, postfazione in: G. Carlotti, A. Franchini, Islam. Le 100 domande per conoscere il mondo musulmano.

Recensioni