Miguel Real

L'ultimo europeo

2284

Informazioni
Traduzione di: Francesco Ambrosini; Marisa Da Silva Valente

Collana: Il Caffè dei Filosofi
2017, 244 pp.
ISBN: 9788857539072
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Nel 2284 l’Europa è frammentata, abitata da genti imbarbarite ridotte alla fame, a parte una zona protetta chiamata Nuova Europa, dove esiste una civiltà ipertecnologica. In questa società ideale ogni desiderio può essere soddisfatto, anche se solo mentalmente: un Grande Cervello Elettronico coordina i pensieri e le azioni di tutti. Ma l’incremento demografico opprime tutto il pianeta e la sovrappopolata Asia invade il continente europeo. I neoeuropei, incapaci di distinguere la realtà esteriore dalla realtà mentale, rischiano di scomparire. Uno studioso del passato dovrà lasciarne testimonianza, ricorrendo agli antichi strumenti della carta e dell’inchiostro. Un romanzo “sociologico” e amaramente ironico, dal finale inaspettato e drammatico, che fa riflettere sulla crisi dell’Europa di oggi.

Miguel Real (pseudonimo di Luis Martins) è professore di filosofia e critico letterario. Ha pubblicato circa trenta opere fra saggistica, narrativa e teatro. Collabora con la rivista “Jornal de Letras” e in programmi letterari radiofonici. Ha ricevuto vari riconoscimenti, tra cui il Prémio Fernando Namora e il Prémio Sociedade Portuguesa de Autores.

Recensioni

Agripina Carrico Vieira Visao, "Internazionale", 6 luglio 2017, "L'ultimo europeo 2284", su "L'ultimo europeo 2284"; filename*2= di Real
Leggi la recensione