Gianmichele Galassi

Massoneria e politica

Toscani, deputati e Liberi Muratori in eta? liberale (1861-1924)

Informazioni
Collana: Il flauto magico
2018, 152 pp.
ISBN: 9788857540467
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

In forza del legame tutt’altro che casuale tra massoneria e Risorgimento, all’indomani dell’avvenuta Unità d’Italia, un numero importante di massoni di alto profilo occupa gli spazi offerti dalle nuove istituzioni nazionali e i vertici della macchina politico-amministrativa a livello locale; esprime quindi parte della classe dirigente che partecipa attivamente alla vita politica e pone grande attenzione alle questioni sociali: massoni preparati e appassionati animano capillarmente la discussione pubblica, utile alla crescita delle nuove istituzioni politiche, tanto che il bagaglio culturale massonico diviene centrale, concorrendo a determinare l’identità stessa dell’Italia liberale. Si è configurato nel Parlamento dell’Italia liberale un partito della massoneria? E, nel caso di risposta affermativa, possiamo riferirci a esso come al partito della borghesia? Questa ricerca di lungo periodo approfondisce il legame tra massoneria settecentesca e quella di epoca successiva, offrendo un quadro che tenga insieme aspetti esoterici e di articolazione delle modalità di partecipazione; frequenza e modalità con cui il legame massonico si è manifestato nella attività parlamentare, in riferimento all’epoca liberale, fornendo contemporaneamente una sintesi delle appartenenze politiche e sociali dei massoni che entrarono nella Camera nazionale.

Monica Campagnoli ha conseguito il Master European Political Systems and European Political Cultures e il dottorato di ricerca in Storia e Informatica presso l’Università di Bologna. Ha approfondito temi inerenti a élite politiche, gruppi di pressione e interesse in Italia, storia della massoneria in Europa e in Italia tra Ottocento e Novecento, mondo politico cattolico nel secondo dopoguerra, Parlamento italiano in età liberale. Collabora con l’Università di Bologna. In passato è stata assegnista di ricerca, editor e responsabile segreteria di redazione per “Contemporanea. Rivista di Storia dell’800 e del ’900” (edita da Il Mulino). Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca promossi dall’Istituto Sturzo di Roma; pubblicista.

Gianmichele Galassi è nato e vive a Siena, laureato prima in Scienze Statistiche ed Economiche e poi in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, è giornalista iscritto all’Albo della Toscana. Dal 2009 è Editor in chief del “Journal of the Siena Academy of Sciences” (JSAS, già “Atti dei Fisiocritici”), ove ha ricoperto l’incarico di sovrintendente alla Stampa per il triennio 2010-2013. Direttore responsabile della rivista di divulgazione scientifica “Etruria Natura”, dal 2014 è art director di “Massonicamente”, rassegna storica quadrimestrale, e dal 2015 di “Hiram” entrambi editi dal Grande Oriente d’Italia. Autore di oltre 180 articoli su riviste nazionali e internazionali, sia scientifiche che divulgative, dal 2003 al 2012 è stato docente a contratto in ambito biostatistico in varie Facoltà dell’Università degli Studi di Siena e alla Scuola di Specializzazione in Otorinolaringoiatria. Tra le sue opere ricordiamo Manuale di Metodologia Statistica per la Società Editrice Universo (SEU) di Roma (2005); Apprendista Libero Muratore (2103/2015); Compagno Libero Muratore (2014/2015) e di Maestro Libero Muratore (2015). Nel 2012 è stato insignito dal Presidente della Repubblica dell’onorificenza “Al Merito della Repubblica Italiana”.