Federico Pierotti

Diorama lusitano

Il cinema portoghese come archeologia dello sguardo

Informazioni
Collana: Cinema
2018, 194 pp.
ISBN: 9788857545448
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 18,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Il cinema portoghese puo? essere paragonato alle isole Gala?pagos, che tanto avevano interessato Darwin perche? in esse le dinamiche dell’evoluzione acquistavano carattere di evidenza. Per una concomitanza singolare di fattori, anche il cinema portoghese si e? sviluppato seguendo traiettorie evolutive peculiari rispetto ad altre cinematografie piu? conosciute del mondo europeo e occidentale. Questa singolarita? lo rende un oggetto di studio di particolare interesse, poiche? la rimessa in discussione delle genealogie acquisite e dei limiti tradizionali dell’esperienza cinematografica, oggi al centro dei film studies e dei media studies, sono parte integrante del suo patrimonio ereditario da oltre mezzo secolo. Soffermandosi su alcuni film chiave di Manoel de Oliveira, Anto?nio Reis, Joa?o Ce?sar Monteiro e Miguel Gomes, questo studio intende rimarcare il ruolo e l’importanza del cinema portoghese ai fini di un’archeologia dello sguardo cinematografico contemporaneo.

Federico Pierotti insegna Storia del cinema presso l’Università di Firenze. Ha pubblicato i volumi La seduzione dello spettro (2012) e Un’archeologia del colore nel cinema italiano (2016), oltre a numerosi studi sul cinema italiano, sul cinema portoghese e sul rapporto tra tecnologia e cultura visuale. Fa parte del comitato scientifico della rivista «Immagine. Note di storia del cinema». Nel 2016 è stato Associate Research Scholar dell’Italian Academy alla Columbia University di New York.

Recensioni

Vania Baldi - Agalma, 1 aprile 2020
"Federico Pierotti Diorama Lusitano. Il cinema portoghese come archeologia dello sguardo"
Leggi la recensione

Film Tv, maggio 2019
"Cinelibri"
Leggi la recensione