Patrick Nerhot

Libertà immanente e determinismo del tempo

Informazioni
Collana: Antrolopologia della libertà
2017, 118 pp.
ISBN: 9788857546148
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 12,00  € 11,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

È certo assai banale proclamare che l’“umano” testimonia e apre a costruzioni filosofiche “nuove”, come quella che, lo si dimentica spesso, ingloba nel termine di “vivente” l’organico e l’inorganico e che, soprattutto, implica una riflessione antireligiosa: non, come si ama ripetere, un pensiero che ignora il religioso, ma che implica la costruzione del vivente come grande antitesi del cristianesimo.

Patrick Nerhot è professore di filosofia del diritto, Università di Torino. Ha pubblicato numerose opere, tra cui La metafora del passaggio. Il concetto di tempo in Sant’Agostino, fondamento di una nuova etica, Cedam, Padova 2008; Ernst Ju?nger-Martin Heidegger: il senso del limite o la questione della tecnica, Cedam, Padova 2008; La coutume, le droit muet, Giappichelli, Torino 2012; Metafisica della presenza dell’assenza: due conferenze, Mimesis, Milano-Udine 2014; Lettura del Discorso sull’origine e i fondamenti della diseguaglianza tra gli uomini di Jean-Jacques Rousseau, Giappichelli, Torino 2015.