Gaston Bachelard

Il nuovo spirito scientifico

Informazioni
A cura di: Aurosa Alison

Collana: Volti
2018, 164 pp.
ISBN: 9788857548906
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 15,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

“Afferrare il pensiero scientifico contemporaneo nella sua dialettica, e mostrarne così l’essenziale novità, ecco il fine filosofico di questo libretto”. La crisi del pensiero scientifico tradizionale e la forte reazione al positivismo caratterizzano i primi anni del Novecento. È in questo tempo che Gaston Bachelard, pionieristicamente, dedica una prima parte della sua produzione epistemologica all’opposizione a un realismo troppo sensibile e soggettivo, dando voce alle principali caratteristiche di una conoscenza oggettiva della realtà. È in un quadro di profondo cambiamento storico e scientifico che Le nouvel esprit scientifique prende forma, adattando i nuovi metodi del sapere a un’avanzata pedagogia, laddove il “non” si avvale di un primo passo verso un razionalismo costruito attraverso i vari banchi di prova che il savant dovrà superare.

Gaston Bachelard (Bar-sur-Aube 1884 - Parigi 1962), filosofo, epistemologo, letterato, rivoluzionario e provocatore, nel panorama della Filosofia contemporanea, Bachelard è tutt’oggi un fulgido esempio di dinamismo intellettuale. Il suo è un profilo eclettico, apparentemente disarmonico e molto complesso. Nella sua opera, dà voce ai massimi sistemi di una filosofia delle scienze, alle immagini letterarie e a quelle plastiche della materia. Fra le sue opere, Le nouvel esprit scientifique, La formation de l’esprit scientifique, Le matérialisme rationnel.

Aurosa Alison, è Dottore di ricerca in Filosofia (Université Jean Moulin Lyon3 - Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”). Le sue ricerche partono dalla figura filosofica di Gaston Bachelard, concentrandosi sugli aspetti dialettici dei fronti epistemologici e poetici. Attualmente, i suoi lavori comprendono una lettura multidisciplinare della categoria dello spazio come apertura a nuove voci estetiche e fenomenologiche dell’architettura moderna e contemporanea. Chercheur associée del GerPhau (École Normale Supérieure de Paris La Villette), collabora con il Dottorato di Filosofia dell’Interno Architettonico dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e con il corso in Estetica e Design del Politecnico di Milano.

Recensioni