Federico Giordano

Paesaggi meridiani

Luoghi, spazi, territori del sud nel cinema italiano (1987-2004)

Informazioni
Collana: Cinema
2020,
ISBN: 9788857549217
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 24,20
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
 Ebook - ePub/Mobi  € 22,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Il Sud è una presenza costante nel “nuovo cinema italiano”, che avvia una lettura geosimbolica dei territori meridionali. Questo cinema, assumendo come propri punti di riferimento le esperienze filmiche di Pasolini, Rossellini, De Seta, Di Gianni, Bene, le recenti teorizzazioni sul pensiero meridiano di Franco Cassano e quelle sul Mediterraneo di Matvejevic´, sviluppa una propria immagine non denigratoria del paesaggio meridionale. Il paesaggio del Sud viene “autorappresentato” e non più individuato come luogo “altro” come in passato. Viene osservato da insiders, ovvero registi che accolgono lo “spirito dei luoghi”, e non da sguardi esterni o estranei ai territori osservati. Attraverso un’indagine sulle nozioni di spazio, paesaggio, luogo e territorio e attraverso alcuni punti fermi teorici (Assunto, Augé, Bonesio, D’Angelo, Foucault, Cosgrove, Turri), in questo testo si analizzano le categorie estetiche che si sono proposte nei paesaggi del Sud nel cinema degli anni Novanta (il pittoresco, il bello, il brutto, il rimescolio di sacro cristiano e pagano e la presenza di alcuni geosimboli essenziali come quello del “ritorno”) e le poetiche paesaggistiche di alcuni autori che hanno dato ambientazioni meridionali ai loro fi lm (Amelio, Incerti, Salemme, Piavoli, Salvatores, Soldini, Martone, Corsicato, Capuano, De Bernardi, Ciprì e Maresco, Tornatore).

Federico Giordano insegna cinema, fotografia e media digitali presso l’Università Telematica San Raffaele di Roma e l’Università per Stranieri di Perugia. Dirige con Alberto Brodesco e Bernard Perron la collana “Postcinema & Digital Cultures” dell’editore Mimesis International. È fondatore di “G|A|M|E-The Italian Journal of Game Studies” e membro del comitato organizzativo dell’International Udine Film Studies Conference (Filmforum). I suoi principali interessi di ricerca sono il cinema italiano contemporaneo, il paesaggio nei media, i game studies. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Le parole di Tornatore (2007), A History of Cinema without Names. A Research Project, con Diego Cavallotti e Leonardo Quaresima (2016), Body Images in the Post-Cinematic Scenario. The Digitization of Bodies, con Alberto Brodesco (2017).