Alessandro dal Lago

Genocidi animali

Informazioni
Collana: Eterotopie
2018, 72 pp.
ISBN: 9788857550466
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 6,00  € 5,70
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 4,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

Lo sfruttamento istituzionalizzato e il massacro industriale degli animali hanno reso la questione animale un’urgenza politica inderogabile. Attraverso un dialogo tra il noto sociologo Alessandro Dal Lago e due teorici e militanti antispecisti, Massimo Filippi e Antonio Volpe, questo volume si domanda se sia possibile arrestare le lame taglienti delle norme dicotomiche in cui siamo immersi, senza impegnarsi in una radicale decostruzione dell’umano e senza riconoscere che gli animali sono al contempo il centro e il “prodotto” principale dei meccanismi di animalizzazione che investono anche la stragrande maggioranza dei membri della specie Homo sapiens. Se gli animali vivono, sentono e desiderano, come può essere inquadrata la loro incessante messa a morte se non nei termini di un genocidio legalizzato?

Alessandro dal Lago, già professore ordinario di Sociologia presso l’Università di Genova, è autore di oltre trenta volumi di argomento filosofico e sociologico. Collabora stabilmente con “aut aut”, “Etnografia e ricerca qualitativa” e con diverse riviste italiane e straniere. Tra gli altri, è membro dei comitati scientifici di “California Italian Studies” e “Simmel Studies”. Tra i suoi ultimi saggi, Populismo digitale. La crisi, la rete e la nuova destra (2017), Blind Killer. L’Europa e la strage dei migranti (2018), Sporcare i muri. Graffiti, decoro, proprietà privata (con Serena Giordano, 2018) e la raccolta di racconti Ultime notizie da un paese di merda (2018).

Massimo Filippi, professore ordinario di Neurologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, è redattore di “Liberazioni”, collabora con “alfabeta2” ed è autore o coautore, tra gli altri, dei seguenti volumi: Ai confini dell’umano. Gli animali e la morte (2010), Crimini in tempo di pace. La questione animale e l’ideologia del dominio (2013), Penne e pellicole. Gli animali, la letteratura e il cinema (2014), Sento dunque sogno (2016), Altre specie di politica (2016), L’invenzione della specie. Sovvertire la norma, divenire mostri (2016) e Questioni di specie (2017).

Antonio Volpe, ricercatore indipendente, è autore di diversi saggi filosofici sulle riviste “Liberazioni” e “Animal Studies”.

Recensioni

Roberto Terrosi - alfabeta2.com, 20 gennaio 2019
"Domande difficili sull’uccisione dei non umani"
Leggi la recensione

Federica Timeto - lavoroculturale.org, 15 novembre 2018
“L’oscenità della morte animale”
Leggi la recensione

Armando Adolgiso - nybramedia.com, 8 ottobre 2018
"Genocidi animali"
Leggi la recensione

Cristiana Pugliese - Radio Radicale, 2 ottobre 2018
"Intervista ad Antonio Volpe coautore di Genocidi animali "
Ascolta l'intervista