In cammino sullo spartiacque

Scritti su Ivan Illich

Informazioni
A cura di: Adalberto Arrigoni; Emmanuele Morandi; Riccardo Prandini

Collana: Coincidentia Oppositorum
2017, 286 pp.
ISBN: 9788857550572
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 26,00
Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile Momentaneamente non disponibile
Sinossi

Questo volume raccoglie i frutti di un lavoro pluriennale, aperto da una serie di seminari svoltisi presso l’Istituto Filosofico Studi Tomistici di Modena a partire dal 2010, e proseguito nel contesto dell’attività didattica presso l’Università di Verona, dove Emmanuele Morandi – con Adalberto Arrigoni – ha insegnato Sociologia Generale e dei Processi Culturali fino al 2015, organizzando anche due gruppi di ricerca dipartimentali (“Riscoprire la lezione di Ivan Illich: la società conviviale” e “La Modernità Apocalittica di Ivan Illich: pervertimento del Cristianesimo e Welfare State”). Il filo conduttore del volume – che raccoglie contributi di Carl Mitcham, Giovanna Morelli, Ivan Illich, Robert J. Barnet, Emmanuele Morandi, Riccardo Prandini, Adalberto Arrigoni, Silja Samerski, Matthias Rieger, Alberto Pancotti, Cataldo Maggio, Simone Bonini e Fabio Ferrarese – è l’analisi della “società dei servizi”, vista da Ivan Illich come una della distorsioni più disabilitanti non solo dell’individuo, ma soprattutto delle comunità, delle loro natura vernacolare e conviviale. Nella moderna società “della crisi”, un processo di disincarnazione è in atto, e in accelerazione: più che una ricognizione empirica dei dati riguardanti il mondo dei servizi – cioè la scuola, la sanità, le previdenza, e tutti i servizi connessi allo Stato Sociale – per recuperare la lezione illichiana è molto più decisivo cercare di comprendere, con Illich e oltre Illich, la connessione tra pervertimento del Cristianesimo e la nascita e il declino dello Stato Sociale.

Adalberto Arrigoni è Associate Lecturer presso la Leeds Beckett University (Centre for Governance, Leadership and Global Responsibility), e svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Verona. È membro dell’Editorial Board del Journal of Global Responsibility. Ha collaborato con Emmanuele Morandi dal 2009 al 2015.

Emmanuele Morandi (1961-2015) ha lavorato all’Università di Verona e si è occupato di teoria e ontologia sociale, secondo una prospettiva che poneva in dialogo prospettive classiche e moderne. Fondatore dell’Istituto Filosofico Studi Tomistici di Modena, ha pubblicato numerosi volumi e saggi tra cui La società è un “uomo in grande”. Per riscoprire la sociologia degli antichi (2010) e Sociological Realism (curato assieme a Riccardo Prandini e Andrea Maccarini, 2011). Per Mimesis ha pubblicato Experiencing Society. Eric Voegelin’s criticism of sociologism (curato da Adalberto Arrigoni, 2017).

Riccardo Prandini insegna Sociologia della Cultura presso l’Università di Bologna. Insieme a Emmanuele Morandi ha aperto la collana “Coincidentia Oppositorum” presso Mimesis Edizioni. Si occupa di innovazione sociale, trasformazione del welfare e iconicità.

Recensioni

Pietro Piro - vita.it, 26 novembre 2018
"Ivan Illich per dissipare l'illusione del potere"
Leggi la recensione