Johann August Eberhard

Propedeutica alla teologia naturale

per l’uso nelle lezioni accademiche

Informazioni
Traduzione di: Hagar Spano
Introduzione di: Hagar Spano
Note di: Hagar Spano

Collana: Ricercare
2018, 128 pp.
ISBN: 9788857552286
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 12,00  € 11,40
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

La Propedeutica alla teologia naturale, che qui si presenta per la prima volta al pubblico italiano, appare a Halle nel 1781, anno in cui Kant dà alle stampe la Critica della ragion pura. Il destino storiografico dello scritto e quello del suo autore sono strettamente legati all’ingombrante figura di Kant. Eberhard non fu tuttavia una mera “controfigura dogmatica” del filosofo della Critica né l’utilizzo che questi farà del manuale eberhardiano nelle proprie lezioni di filosofia della religione dei primi anni Ottanta esaurisce l’importanza di un documento che, tra Katheder- e Weltphilosophie, rivela una saliente articolazione di teologia naturale in senso stretto e di filosofia della religione intonata alla Dogmenkritik. Questa articolazione, che l’ampio saggio introduttivo e il ricco apparato di note che accompagnano la presente traduzione si incaricano di valorizzare, informa una “logica della teologia” che se da un lato può riservare spunti di riflessione e una densa mappa concettuale a quanti sono sensibili al tema della “rinascita della teologia naturale nella filosofia analitica”, dall’altro restituisce un vibrante e ancora attualissimo monito illuministico.

Johann August Eberhard (1739-1809), formatosi alla scuola di Wolff e Semler, nel 1778 successe a Georg Friedrich Meier alla cattedra di Filosofia all’Università di Halle. Lucido politologo e Gesellschaftstheoretiker, influente neologo e filosofo popolare, polemista acuto e apprezzato lessicografo ed estetologo, fu sodale e interlocutore affiatato di Mendelssohn e Nicolai e autore prolifico. È oggi perlopiù ricordato per la polemica contro Kant condotta attraverso i due periodici, “Philosophisches Magazin” e “Philosophisches Archiv”, che diresse tra il 1788 e il 1795.

Hagar Spano, filosofo della religione e Aufklärungsforscher, si è a lungo interessato alla figura e all’opera di Eberhard, a cui ha dedicato contributi pubblicati in Italia e all’estero. Per Mimesis ha recentemente curato il volume La ragione contro la paura. Religione e violenza, Prefazione di M. Pesce, 2017.

Recensioni

Johann August Eberhard, ASE 37/1 (2020)
"Book reviews"
Leggi la recensione

Claudio La Rocca - Studi Kantiani XXXII 2019
“Johann August Eberhard, Propedeutica alla teologia naturale per l’uso nelle lezioni accademiche”
Leggi la recensione

Clemens Schwaiger - Salesianum, 81 (2019) 3
"Recensiones"
Leggi la recensione