Angì Perniola

Il cannocchiale d'oro

ovvero Guardare vicino, guardare lontano con Galileo Galilei

Informazioni
Collana: Narrativa/Meledoro
2019, 278 pp.
ISBN: 9788857553665
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
 Ebook - ePub/Mobi  € 13,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Sinossi

In occasione di un viaggio di lavoro a New York, un affermato professionista si vede costretto a rivedere i canoni fondamentali della sua vita. Il percorso lo porta a maturare un processo evolutivo che condurrà a imprevisti e imprevedibili esiti esistenziali. Si tratta di una esperienza che genererà un uomo diverso da prima, completamente rinnovato e mutato; essa metterà in discussione i cardini di un modus vivendi e i principi stessi del passato e del presente, le certezze consolidate e granitiche insite nell’impostazione consuetudinaria di abitudini quotidiane. Da ciò scaturisce un modificato rapporto con se stesso, con le donne, con il mondo che lo circonda. Ne risulta scardinata la visione “ordinata” di chi, radicato in ataviche certezze, si trova impreparato davanti all’imprevisto. Le situazioni si capovolgono; come col cannocchiale le cose vengono viste alla rovescia. È la fine di convincimenti stabili, il suo habitat ordinato va in crisi. Il romanzo prende le mosse dal ruolo dello sguardo nel coinvolgimento emotivo entro le relazioni interpersonali. Le potenzialità della vista e di quanto è ad essa connesso, saranno quindi simbolo di atteggiamenti vitali e diventeranno comportamenti che condizioneranno la realtà del protagonista e delle persone che verranno in contatto con lui, modificando il presupposto stesso delle capacità affettive. Grazie a un percorso di crescita e maturazione il personaggio troverà la strada per emergere dalla dimensione oscura e inconsapevole dei rapporti sentimentali superficiali, giungendo alla chiara consapevolezza di un approdo strutturale non più offuscato da un confuso modo di gestire i sentimenti. Una nuova luce aprirà impensati orizzonti e riflessioni.

Angì Perniola, nata ad Asti, ha insegnato italiano e storia negli istituti superiori di secondo grado. Si è occupata della mentalità tradizionale nella cintura di Asti. Ha pubblicato con Mimesis Masca Zulina (2014); Platone in collina nel fumo di settembre (2017). Attualmente è caporedattore della rivista “Ágalma”.

Recensioni

Carlo Francesco Conti - La Stampa (ediz. Asti), 15 agosto 2019
"Un cannocchiale d'oro per uscire dal labirinto"
Leggi la recensione