Mario G. Losano

La libertà d’insegnamento in Brasile e l’elezione del presidente Bolsonaro

Informazioni
Collana: Quaderni di Teoria Critica della Società
2019, 224 pp.
ISBN: 9788857556147
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 14,00  € 13,30
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Mentre in Brasile la campagna per le elezioni presidenziali del 2018 non era ancora conclusa, la polizia perquisì decine di università, sequestrando striscioni e interrompendo lezioni. Sosteneva che quella era propaganda elettorale, vietata per legge negli edifici pubblici. In realtà, la polizia censurava l’autonomia delle università e la libertà d’insegnamento, e non la propaganda elettorale: il volume documenta la vasta polemica che coinvolse tutto il Brasile. Pochi giorni dopo le perquisizioni, il Tribunale Supremo annullava le disposizioni repressive: quella sentenza e altri documenti sono tradotti nel volume. L’atteggiamento censorio del nuovo governo di destra si rivela anche in un suo progetto di legge che proibisce i discorsi politici nelle scuole, istigando gli scolari a filmare i docenti che fanno “propaganda politica” in classe e, poi, a inviare questi filmati a un apposito sito. Per le libertà fondamentali si annunciano tempi duri.

Mario G. Losano, Professore emerito di Filosofia del diritto e Informatica giuridica, è socio dell’Accademia delle Scienze di Torino e Associate Researcher del Max-Planck-Institut per la Storia del Diritto Europeo a Francoforte. Sul Brasile ha pubblicato la biografia del giurista Tobias Barreto e un volume sul Movimento dei Senza Terra. Nel 1973 tenne a San Paolo il primo corso di Informatica giuridica in Brasile, dove insegna quasi ogni anno.

Recensioni

Ke.Mane - La Voce di Rovigo, 4 dicembre 2019
"Il Brasile ai tempi di Bolsonaro"
Leggi la recensione

Gabriele Ottaviani - convenzionali.wordpress.it, 9 luglio 2019
"La libertà d’insegnamento in Brasile e l’elezione del presidente Bolsonaro"
Leggi la recensione