Elisa Lello

Giovani politica società

Informazioni
Presentazione di: Luigi Alfieri
Note di: Francesco Fratto

Collana: Eterotopie
2019, 286 pp.
ISBN: 9788857556970
Opzioni di acquisto
 Edizione cartacea  € 25,00  € 23,75
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

La scelta di concentrare l’attenzione sugli studenti universitari è dettata dal ruolo che questa categoria sociale ha svolto nel passato rispetto alla partecipazione e alla contestazione politica. L’obiettivo è quello di porre attenzione sui cambiamenti nell’interesse e nel coinvolgimento giovanile rispetto alla sfera politica e sociale. Alla luce peraltro delle tesi della centralità sociale, secondo cui si tratterebbe del segmento giovanile maggiormente orientato verso la cosa pubblica per via del bagaglio di risorse economiche, sociali e culturali di cui dispone. Un dato questo che al presente si interseca, tuttavia, con dinamiche che segnano e complicano, in Italia come nel più ampio contesto europeo e internazionale, le traiettorie dei giovani verso la partecipazione politica. In un quadro, segnato dall’affermarsi del populismo, in cui l’età, dopo decenni di “invisibilità”, ritorna a giocare un ruolo cruciale nella spiegazione delle dinamiche politiche e delle scelte di voto.

Terenzio Fava insegna Scienza politica e Metodologia e tecniche della ricerca sociale presso l’Università di Urbino. Negli anni si è occupato di devianza e disagio sociale, immigrazione, condizione giovanile, corruzione politica, politiche pubbliche, politica locale, comunicazione politica, sistema dei partiti e sistemi elettorali. Tra le sue pubblicazioni vanno segnalate: Do ut des. Genesi, evoluzione e crisi del sistema della corruzione (1999) e Il Partito democratico visto dal basso (2013).

Elisa Lello svolge attività di ricerca presso LaPolis, Laboratorio di Sudi Politici e Sociali dell’Università di Urbino, ateneo in cui insegna Sociologia politica. Ha svolto indagini, e pubblicato testi e lavori scientifici, intorno alla questione dei giovani in Italia e in prospettiva comparata; sulle evoluzioni dei partiti, dei movimenti sociali e delle forme di partecipazione politica; sull’emergere di nuove fratture e diseguaglianze territoriali e sul loro rapporto con il mutamento politico.